Notorious: recensione del pilot

Una nuova stagione di serie tv è appena cominciata! Dopo aver commentato Better Things, diamo spazio ora a Notorious.

Scheda tecnica.

Genere: Crime/Legal Drama

Canale: ABC

Regia: Michael Engler

Cast: Piper Perabo (Julia George), Daniel Sunjata (Jake Gregorian), Sepideh Moafi (Megan Byrd), Kate Jennings Grant (Louise Herrick), Ryan Guzman (Ryan Mills), Kevin Zegers (Oscar Keaton), J. August Richards (Bradley), Aimee Teegarden (Ella Benjamin)

Trama.

La serie si basa su una storia vera: quella dell’avvocato Mark Geragos e della produttrice televisiva Wendy Walker. Ritroviamo i protagonisti, infatti, in questi stessi ruoli. Si tratta di un drama che va ad esplorare il legame tra la legge e i media, con particolare riguardo ai mezzi di manipolazione dell’opinione pubblica.

Commento.

Notorious ricorda molto, almeno nel suo stile, Scandal di Shonda Rhimes. E’ inevitabile fare il collegamento specie quando si parla di avvocati, intrighi e potere. Così veniamo introdotti nel mondo di Julia e Jake: la prima si occupa di gestire un famoso programma di news e di creare le news stesse, il secondo ha invece uno studio legale insieme a suo fratello. Fin da subito emerge il loro legame. Si tratta di un rapporto particolare: un’amicizia ma anche un’intesa lavorativa. La loro collaborazione genera veri e propri eventi mediatici, fatto che pone l’accento sulla manipolazione delle audience e sulla percezione che esse avranno della realtà. 

La vena sociologica che sta dietro a queste dinamiche è molto interessante: come ci influenzano i media? Quali segreti si celano dietro un semplice servizio al telegiornale? Chi muove le fila di quella che crediamo sia la verità? E cosa succede quando un ambito tanto fumoso come quello del giornalismo incontra un campo altrettanto intricato come quello della legge? Si tratta di due sfere complesse che si intersecano e influenzano, in un precario gioco di equilibrio e potere. 

Sembra che Julia e Jake siano destinati a incontrarsi e scontrarsi e potrebbe essere facile, nonché prevedibile, intravedere un accento romantico tra i due sebbene l’eventualità sia per il momento trascurabile. Ma si tratta di personaggi solidi e convincenti come Olivia Pope? Per il momento della loro personalità non è emerso molto e a tratti potrebbero risultare non troppo originali, così come i personaggi secondari vagamente stereotipati. Tuttavia a salvarvi c’è un mistero, un omicidio che potrebbe coinvolgerli in prima persona e anche incrinare il loro rapporto di fiducia. Molti sono i punti di domanda che questo pilot instilla nello spettatore e che, tutto sommato, sembrano sufficienti a guardare la seconda puntata.

Con una sensazione un po’ neutra in merito alla nuova serie, si è tuttavia spinti verso i prossimo episodio quantomeno dalla curiosità. La trama c’è e va oltre i personaggi protagonisti. Ora tutto sta nel vedere come si evolverà e se sarà abbastanza intrigante da non confondersi con qualcosa che già esiste o, peggio ancora, non cedere alla tentazione di emulare serie ormai note.

Perché vederlo:

Se siete fan di Scandal, se vi piace analizzare la società a fondo, se vi intrigano le dinamiche legate ai media e se avete un po’ di passione per i casi misteriosi, questa serie potrebbe fare per voi. Sembra che lo scenario di Notorious possa ospitare sia un’analisi critica della società sia le più dinamiche vicende legate ad omicidi e casi misteriosi. 

Perché non vederlo:

Se vi aspettate una grande innovazione, forse questa serie vi deluderà. Per il momento non ci sono elementi davvero innovativi sullo schermo, ma non è detto che le puntate successive al pilot non portino qualche svolta incredibile. Per adesso comunque la trama è, a livello pratico, questa: un avvocato, un’esperta di media, un rapporto che potrebbe andare oltre l’amicizia, tanta brama di potere e tinte gialle. Sicuramente come base ha bisogno di un’evoluzione particolare per non diventare ridondante. 

Voto:

Voto: 6/7. I personaggi non sono ancora ben delineati, sebbene alcune delle loro caratteristiche comincino ad emergere. L’aspetto più curioso non è la singolarità di queste figure, quanto il loro interagire: per ora Julia e Jake hanno più senso insieme che presi separatamente. Ma quanto c’è da scoprire sul loro conto? E fino a che punto sono disposti a spingersi per il loro lavoro? Gli ambiti di riferimento, informazione e giustizia, sono intriganti e controversi. Saranno analizzati sufficientemente bene da Notorious

Voi cosa ne dite?

Leggi anche:

– Better Things: recensione del pilot

– The Good Place: recensione del pilot

– This is Us: recensione del pilot

– The Exorcist: recensione del pilot

Nessun Articolo da visualizzare