SKY, oltre 125 nuovi titoli originali attesi nel 2021

In risposta al sempre più agguerrito mercato di servizi streaming e broadcast televisivi, Sky preannuncia oltre 125 nuovi titoli Sky Original per il 2021, tra film, serie tv e documentari

Sky si sta attrezzando nel migliore dei modi per competere con gli ormai agguerritissimi rivali SVOD e annuncia la sua “più grande line-up di sempre” per il 2021. Il gruppo broadcast europeo sotto la guida di Comcast ha annunciato infatti una lista comprendente oltre 125 nuovi titoli originali tra film, serie tv, documentari e show in esclusiva, segno di un’evidente volontà nel costruire un servizio sempre più distinto e autonomo.

La decisione riflette anche l’andamento del rapporto tra Sky e HBO; nel 2019 infatti Sky ha rinnovato il suo accordo di uscita con l’emittente statunitense che consente all’azienda di trasmettere i migliori prodotti di HBO sul canale Sky Atlantic. L’accordo è valido ancora per diversi anni, ma è cosa nota a tutti che la società sta pianificando un futuro in cui WarnerMedia è intenzionata ad allontanarsi da licenze internazionali di questo tipo per puntare, piuttosto, a favore della propria piattaforma, HBO Max. Con questo scenario ben in mente, Sky si sta legittimamente preparando ad affrontare al meglio il proprio futuro.

“Il nostro accordo con HBO durerà ancora un bel po’ di anni” – ha commentato l’amministratore delegato di Sky U.K. Zai Bennet – “Ma il discorso è semplice. Noi abbiamo bisogno di creare contenuti nostri e unici. Abbiamo bisogno di un futuro a prova di business e soprattutto dobbiamo prepararci all’eventualità che HBO ci dica di volersi espandere in tutto il mondo con HBO Max”.

E per fare questo, bisogna puntare quindi ai contenuti originali, che tendenzialmente hanno dimostrato di saper fare ascolti più alti rispetto ai programmi acquisiti (“Gangs of London” è stato lo show più guardato su Sky nel 2020), fatta eccezione di successi firmati HBO quali “The Undoing” e, naturalmente, “Game of Thrones”.

La risposta di Sky

La line-up di Sky per il 2021 prevede dunque un offerta di contenuti molto ampia, con 125 nuovi titoli, tra cui 30 documentari e 30 film Sky Original (in aumento del 50% rispetto all’anno precedente). Come rivelato da Zai Bennet, il piano è quello di investire 1 miliardo di dollari entro il 2024, puntando su un maggiore investimento nei film che porterebbe l’azienda a lanciare due film originali ogni mese, con l’obiettivo finale di un nuovo film a settimana già nel 2022. La strategia è “in parte dovuta al COVID”, dice Bennett, “ma si tratta anche di avere un elemento distintivo del marchio”.

I documentari

Tra i documentari originali in arrivo ci sono Liverpool Narcos, incentrato sul boom della droga degli anni ’80 nella città inglese, Chernobyl ’86, uno sguardo al disastro nucleare attraverso testimonianze oculari e filmati d’archivio, e Positive, documentario che esplora i 40 anni di lotta della Gran Bretagna contro l’HIV e la cura all’AIDS.
Tra gli altri titoli anche The Bambers: Murder At The Farm, prodotto da Louis Theroux e Arron Fellows, che esaminerà gli omicidi di massa avvenuti alla White House Farm nell’Essex nel 1985, e Gangs Of Macaque Island, una “docu-soap sugli animali” ambientata nel Tangkoko National Park di Sulawesi in Indonesia.

I film e le serie

Ai documentari sopracitati si affiancheranno altrettanti film, tra cui Wolfe, scritto da Paul Abbott e interpretato da Babou Ceesay nel ruolo di un patologo forense; The Midwich Cuckoos (I figli dell’invasione), un adattamento moderno del romanzo di fantascienza di John Wyndham, poi ancora Extinction, un thriller d’azione scritto da Joe Barton su un’organizzazione che può tornare indietro nel tempo per salvare il pianeta dalla catastrofe e This Sceptred Isle, serie in cinque episodi con Kenneth Branagh nel ruolo del primo ministro inglese Boris Johnson alle prese con lo scoppio della pandemia da Covid.

Tutti i contenuti, ovviamente, saranno disponibili anche in streaming sulla piattaforma Now TV.

Nessun Articolo da visualizzare