Stranger Things 4, gli aggiornamenti del regista Shawn Levy

Tra una dichiarazione e l'altra sui camei di Free Guy, si parla anche della serie.

Shawn Levy
Shawn Levy

Di Stranger Things 4 non si è mai smesso di parlare, soprattutto per la lunga attesa che ci sta dividendo dalla quarta stagione di una delle serie più amate degli ultimi anni. Tanto che anche Shawn Levy, intervistato su Free Guy – Eroe per caso, il suo ultimo film attualmente in sala, si è sentito in dovere di spiegare il ritardo che ha portato ad annunciarne l’uscita solo nel 2022. Aggiungendo qualche considerazione personale sul progetto al quale ha collaborato, con una certa di malcelato entusiasmo:

Stranger Things: ecco le new entry nel cast della quarta stagione

“Siamo in grande ritardo, e io e i fratelli Duffer vogliamo condividere la quarta stagione con il mondo tanto quanto lo desidera il mondo, – racconta il regista. – Parte di ciò che sta richiedendo tempo risale a molto prima che ci fossero il Covid-19 e la pandemia, perché la nuova stagione è stata costruita per essere di gran lunga quella più ambiziosa, cinematografica, tentacolare ed epica che abbiamo mai fatto. E non un po’… ma di parecchio. Quindi la sua complessità, anche prima che si presentassero altri ostacoli e le sfide di una pandemia, sta richiedendo molto tempo perché varrà davvero la pena aspettare”.

Stranger Things, dopo la conclusione ci aspetta un Extended Universe

Quanto al film attualmente in sala, divertente la spiegazione dei tanti camei che ospita e che si sarà divertito a ‘contare’ chi lo ha visto al cinema: “Abbiamo letteralmente tirato fuori i cellulari e abbiamo iniziato a scorrere la lista dei contatti!”. Anche perché, a parte quelli più evidenti sullo schermo, con Ryan Reynolds si erano accorti di avere molte figure ‘mascherate’ o appena accennate che avrebbero potuto prestarsi alla partecipazione di qualche celebrità. “Alla fine ci sono quattro o cinque star che non vedrete direttamente, ma se ascoltate attentamente, anche senza studiarvi i credits, sarete in grado di riconoscerle a orecchio”.

Free Guy. Eroe per gioco – La recensione del Game Movie di Shawn Levy

Oltre a confermare le voci già riportate su un possibile sequel di Real Steel, e sulle continue conversazioni che ha in merito con il protagonista di allora e suo amico Hugh Jackman e con Steven Spielberg. Soprattutto dopo aver scoperto il gradimento del pubblico per il film originario che risulta dalle classifiche interne di Netflix.

 

Nessun Articolo da visualizzare