The Blues Brothers: 5 curiosità sul film

Il film cult anni 80 che ebbe un'accoglienza negativa della critica statunitense all'uscita del film.

The Blues Brothers – I fratelli Blues (The Blues Brothers) è un film commedia musicale del 1980 diretto da John Landis e interpretato da John Belushi e Dan Aykroyd. Ha compiuto 40 anni nel 2020 e, oltre ad essere diventato un film cult degli anni 80, viene costantemente rimandato in onda durante il periodo natalizio. Ecco cinque curiosità sul film:

Gli incassi

Gli incassi statunitensi non furono esaltanti: con 57 milioni di dollari fu il decimo incasso del 1980, anno dominato dal blockbuster L’Impero colpisce ancora. Gli incassi esteri di 58 milioni però resero i Blues Brothers il primo film statunitense a incassare più all’estero che in patria, portando l’incasso totale a 115 milioni di dollari. Inoltre l’ home video portò nelle casse della produzioni ulteriori 32 milioni di dollari.

Il sequel

Nel 1998 Dan Aykroyd lavorò nuovamente con John Landis, per il sequel del film, Blues Brothers – Il mito continua. Purtroppo il risultato non soddisfò le aspettative e fu ritenuto abbastanza deludente. Per molti non ha retto il paragone con l’originale soprattutto per l’assenza di John Belushi, morto prematuramente nel 1982, due anni dopo il primo film.

La vera band

I “Blues Brothers” sono stati una reale band musicale che ha pubblicato tre dischi, due dal vivo oltre alla colonna sonora del film, una delle più celebri di tutti i tempi.

I problemi di produzione

La pellicola tra varie problematiche, riprese posticipate e ritardi, è uscita a giugno del 1980 solo in 600 dei soliti 1400 cinema americani perché molti proprietari delle sale non lo giudicavano adatto a un grande pubblico.

La droga sul set

Dan Aykroyd ha rivelato che una delle voci di spesa del budget era per la cocaina di cui facevano uso cast e membri della troupe per rimanere svegli durante le riprese notturne.

Nessun Articolo da visualizzare