The Social Network – 10 curiosità sul film di David Fincher

«Non arrivi a 500 milioni di amici senza farti qualche nemico»

Incredibile ma vero, è già passato un decennio dall’uscita di The Social Network, la pellicola diretta da David Fincher dedicata alla nascita di Facebook e ai suoi fondatori. Con tre statuette vinte agli Oscar (miglior sceneggiatura non originale, miglior colonna sonora e miglior montaggio) e 4 Golden Globe (tra cui miglior film drammatico), il film ha raccolto grandi consensi di critica e pubblico.

Nell’attesa di gustarci l’ultima fatica di Fincher, l’attesissimo Mank, leggiamoci qualche interessante curiosità sul film con protagonisti Jesse Eisenberg, Justin Timberlake e Andrew Garfield.

  1. Il film è stato sceneggiato da Aaron Sorkin, che ha adattato per il grande schermo il libro di Ben Mezrich Miliardari per caso – L’invenzione di Facebook: una storia di soldi, sesso, genio e tradimento (Sperling & Kupfer). Lo stesso Sorkin compare in un cameo, interpretando un dirigente d’azienda a cui Eduardo Saverin, accompagnato da Zuckerberg, si rivolge per richiedere dei finanziamenti pubblicitari.
  2. Nel 2003, anno in cui è ambientato il film, tra gli studenti che frequentavano Havard c’era anche Natalie Portman. L’attrice venne contattata da Sorkin e durante una cena con altri colleghi fornì alcune preziose informazioni sulla vita universitaria di Harvard.
  3. Jesse Eisenberg (Mark Zuckerberg) e Andrew Garfield (Eduardo Saverin) sono diventati buoni amici durante le riprese. Secondo Eisenberg, la drammatica rivalità tra i loro personaggi li ha colpiti emotivamente e li ha spinti ad avvicinarsi l’uno all’altro.
  4. I due gemelli campioni di canottaggio Cameron e Tyler Winklevoss sono interpretati dall’attore Armie Hammer. Accanto a lui recitava Josh Pence, ex studente di Harvard, nonché atleta di canottaggio, il cui volto è stato modificato con la CGI.
  5. Fincher non riuscì ad ottenere il permesso di girare all’interno del campus di Harvard (l’ultima pellicola ad aver avuto questo prestigio è “Love Story” del 1970). Varie scene sono state girate nei campus di due scuole del Massachusetts, la Phillips Academy e la Milton Academy. Altre scene sono state girate nel campus del College Wheelock, allestito per ricreare il campus di Harvard, e altre infine nel Homewood Campus della Johns Hopkins University a Baltimora, che presenta una forte somiglianza con esso.
  6. In una scena vediamo Mark prendere delle immagini di quadri da un profilo di Facebook per un esame: il profilo è quello di Tyler Durden, un nome che i fan di David Fincher conosceranno bene… Fight Club vi dice qualcosa?
  7. Per interpretare Sean Parker, l’ex fondatore di Napster che aiuta Zuckeberg a lanciare Facebook nella Silicon Valley, Justin Timberlake ha perso circa 7 kg perché voleva sembrare più giovane.
  8. Nel film è presente anche Dakota Johnson: interpreta Amelia Ritter, la studentessa di Stanford che passa la notte con Sean Parker dopo averlo incontrato in un bar.
  9. Nella pellicola tutti i protagonisti bevono con piacere il cocktail Appletini. In realtà il vero Mark Zuckerberg non aveva mai sentito parlare di questa bevanda prima di aver visto il film. Dopo averne provato uno, Zuckerberg ne è rimasto tanto estasiato da trasformarlo nella bevanda ufficiale di Facebook.
  10. Fincher proibì ai principali protagonisti di incontrare la loro controparte della vita reale. Solo Justin Timberlake ha incontrato Sean Parker durante le riprese.