“Tutti gli uomini del presidente” compie 45 anni: cinque curiosità sul film

Festeggia 45 anni il film che racconta la storia di un’inchiesta giornalistica denominata poi "scandalo Watergate".

Era il 9 aprile del 1976 quando nelle sale statunitensi usciva “Tutti gli Uomini del Presidente“, film diretto da Alan J. Pakula interpretato da Dustin Hoffman e Robert Redford. Basato sull’omonimo saggio scritto dai giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein, approfondisce l’inchiesta del Washington Post che nel 1974 portò allo scandalo Watergate e alle dimissioni di Richard Nixon da Presidente degli Stati Uniti. La première della pellicola si è tenuta il 4 aprile 1976 al Teatro Eisenhower del Kennedy Center di Washington mentre 7 aprile è stato proiettata a New York e due giorni dopo a Los Angeles. Ecco cinque curiosità che forse non sapete: 

I PREMI

Oltre ad essere stato un grande successo di critica e pubblico, il film ha ricevuto otto candidature agli Oscar vincendone quattro, tra cui quelli a William Goldman per la migliore sceneggiatura non originale e a Jason Robards come miglior attore non protagonista.

GLI INCASSI

Negli Stati Uniti il film ha incassato 70.6 milioni di dollari, risultando il quarto maggior successo al box office del 1976. Al box internazionale invece 70 milioni.

ROBERT REDFORD NELL’HOTEL WATERGATE

Durante le riprese a Washington, DC, Robert Redford soggiornò proprio al Watergate Hotel.

LA CLAUSOLA DELLA WARNER

La Warner Brothers accettò di finanziare il film solo a condizione che Robert Redford, all’epoca una degli attori più importanti, interpretasse Bob Woodward.

U of T researcher studies how movies shaped the public's understanding of investigative journalism

UNA CANDIDATURA PER POCHI MINUTI

Jane Alexander fu candidata come migliore attrice non protagonista agli Oscar del 1977 nonostante nel film avesse recitato solo 8 minuti.

 

Nessun Articolo da visualizzare