“NINA”: ARRIVA IL DISCUSSO BIOPIC SU NINA SIMONE CON ZOE SALDANA

La produzione è stata accusata di aver compiuto un’operazione di “whitewashing”, scegliendo Zoe Saldana per interpretare la celebre cantante ed attivista

nina zoe saldanaLa storia di Nina Simone torna di nuovo sul grande schermo. Dopo il successo del documentario di Liz Garbus, What Happened, Miss Simone?, ecco che un altro film è pronto ad arrivare in sala per raccontare la vita della cantante. Stiamo parlando di Nina che debutterà nei cinema americani il prossimo 22 aprile. Diretto da Cynthia Mort, questo biopic ha già suscitato parecchie polemiche: alcuni non ha apprezzato la presenza di Zoe Saldana come protagonista. Persino la figlia di Simone ha manifestato pubblicamente il proprio dissenso nei confronti di questa scelta. Molti infatti si sono interrogati sulla (mancata) opportunità di affidare il ruolo ad un’attrice nera.

sotto il cielo delle hawaiiLe donne di alcune etnie non vengono nemmeno prese in considerazione durante i casting? In effetti si tratta proprio dello scottante tema che ha infiammato l’ultima edizione degli Oscar. Ma l’argomento è stato al centro del dibattito anche all’epoca dell’uscita in sala di Sotto il cielo delle Hawaii, il film di Cameron Crowe che scelse Emma Stone per interpretare la parte di una donna hawaiana. Ma le accuse di “whitewashing”, ovvero la pratica di “sbiancare” i personaggi del grande e del piccolo schermo, hanno caratterizzato anche altre produzioni come: Exodus: Dei e re con Christian Bale o Gods of Egypt di Alex Proyas. La discriminazione razziale sembra essere ancora un problema ad Hollywood, anche se sono passati decenni da quando Nina Simone sosteneva la lotta per i diritti civili in America.

GUARDA IL TRAILER!

 

Laura Molinari