“ONE CHANCE – L’OPERA DELLA MIA VITA”: IN DVD IL BIOPIC SU PAUL POTTS

one-chance1È il caso di dirlo: certi film fanno dei giri immensi e poi ritornano. Parafrasando una celebre strofa dell’universo musicale italiano, vi raccontiamo la storia di un titolo, uscito (e applaudito) nei cinema britannici nel 2013, diretto da David Frankel (regista dei brillanti Il Diavolo veste Prada e Io & Marley) e basato su una storia fatta di sogni, talento e musica. Grandissima musica.

La pellicola in questione, arrivata in Italia direct-to-video grazie a BIM, è One Chance – L’Opera della Mia Vita che, dal verde Galles fino alla nostra Venezia, arrivando poi sotto gli occhi della Regina Elisabetta d’Inghilterra, narra la vicenda verissima del cantante britannico Paul Potts, interpretato nel film da un bravissimo James Corden (nominato Ufficiale dell’Impero Britannico dalla Regina e conduttore negli States del The Late Show with James Corden), vincitore della prima edizione del talent show Britain’s Got Talent.

Dietro One Chance, oltre l’occhio di un regista lucidissimo e capace come David Frankel, che unisce empatia a sanissime risate, ci sono lo sceneggiatore Justin Zackham (che nel 2007 si è fatto apprezzare per Non è mai troppo tardi), il compositore Theodore Shapiro (collaboratore di lunga data di Ben Stiller) e due produttori, diciamo così, importanti: Harvey Weinstein, premio Oscar per Shakespeare in Love, e nientemeno che Simon Cowell celeberrimo ideatore del franchise X-Factor (nonché inflessibile giudice, fino al 2013, dell’edizione UK) e dello stesso Britain’s Got Talent, di cui è ancora inamovibile padrone di uno dei quattro ”buzz”, ovvero il temuto pulsante rosso che decreta l’eliminazione del concorrente in gara. 

Da sinistra: l'attrice Alexandra Roach; il vero Paul Potts, l'attrice Valeria Bilello; l'attore James Corden e la cantante Taylor Swift (Photo by Larry Busacca/Getty Images)

Come detto, il plot di One Chance riprende la favola di Paul Potts, denigrato fin da piccolo per la sua goffaggine e per il suo grande, immenso amore: l’opera lirica. Il percorso che lo ha portato alle stelle, ripreso nel film, non è stato affatto facile: oltre i bulli di periferia che lo hanno tormentato per anni, Paul, arrivato tra i canali di Venezia per una fondamentale audizione, si è visto chiudere la porta in faccia dal suo mito: Luciano Pavarotti. Spinto dall’altro amore, ovvero quello della moglie, Paul si iscriverà poi al talent show Britain’s Got Talent e, con l’aiuto di YouTube, nel giro di poche settimane, diventerà una star mondiale. E, successivamente al trionfo nella finale (ancora cliccatissima in rete), pubblica il suo primo album, appunto “One Chance”, che solo nel Regno Unito vende oltre 2 milioni di copie. Nel cast di One Chance, al fianco di Corden, troviamo grandi nomi: dall’irlandese Colm Meany ad Alexandra Roach, fino alla mitica Julie Walters e alle ”nostre” Valeria Bilello e Maria Del Monte. Ovviamente in One Chance, tra splendide e coinvolgenti sequenze e humour mai scontato, non manca la musica, con brani cantati da Paul Potts in persona (c’è anche la ”sua” Nessun Dorma), con Time to Say Goodbye (sì, proprio la versione anglofona di Con te Partirò di Bocelli) de Il Divo, oppure con Sweeter Than Fiction dalla reginetta (ex) country Taylor Swift – insieme a Jack Antonoff, chitarrista dei Fun -, composta ed interpretata appositamente (ed esculisvamente) per One Chance.

GUARDA IL TRAILER DI ONE CHANCE