Oscar 2020, vezzi da star e storiche gaffe da palco

Uomini nudi sul palco, Jennifer Lawrence che inciampa e conduttori che annunciano il vincitore sbagliato: imprevisti e vezzi della Notte delle Stelle aspettando l'edizione 92

Dagli scambi di buste agli ospiti indesiderati, sono decine i fatti assurdi che hanno accompagnato gli Oscar nei suoi 92 anni di vita, così come tantissimi sono gli aneddoti delle stravaganze di attori e attrici. In attesa della Notte delle Stelle 2020 vi proponiamo un elenco delle più clamorose gaffe delle cerimonie passate e dei vezzi più strani delle celebrities.

Vezzi da star – 1) Cher: A lei, premiata per Stregata dalla Luna, si deve la dedica più bizzarra sul palco della Notte degli Oscar, un caldo “ringraziamento speciale” al parrucchiere.

Vezzi da star – 2) Billy Crystal a cavallo: Nell’edizione del 1991 l’attore entrò in scena a cavallo e sempre a cavallo si congedò poi dal pubblico, ricordando che di li’ a due mesi sarebbe uscito il suo nuovo film, “Scappo dalla città”: “ci stanno guardando a milioni – disse in diretta – chi pensate che io sia, un cretino?”. Nel 1985, in scena arrivò persino un elefante, per la foto ricordo di gruppo. Era l’anno di Passaggio in India.

Vezzi da star – 3) Billy Crystal sulla prua: Sette anni più tardi, invece, il protagonista di Harry ti presento Sally entrò in scena a bordo di una prua che riproduceva il Titanic, strappando una lunga risata al pubblico in sala.

Vezzi da star – 4) Il curioso record per l’outfit più stravagante è stato stabilito lo scorso anno e spetta di diritto a Billy Porter. Lo smoking per lui realizzato da Christian Siriano si componeva di una ampia gonna. “Quando vai agli Oscar devi vestirti bene”, ha commentato sui social l’attore e cantante.

Vezzi da star – 5) – La camminata di Benigni: E’ uno dei momenti più cari a chi ama il nostro cinema: Sophia Loren che, chiamata nel 1999 ad annunciare il miglior film straniero, fa saltare il protocollo gridando “Roberto!”, e il regista de La vita è bella che raggiunge il palco camminando sulle poltrone della platea, suscitando imbarazzo e risate. Da allora, quella scena fa parte dei ‘’promo’’ di ogni serata degli Oscar.

Gaffe da palco – 1) Povero Frank Capra: nel 1934, Will Rogers, al momento di decretare il miglior regista, disse a Capra: «Frank, sali e prendi il premio». Lui si alzò per ricevere l’Oscar. Ma a vincere era stato Frank Lloyd. Il regista di La vita è meravigliosa comunque non può lamentarsi: di Oscar come miglior regista ne ha vinti 3. Solo John Ford ne ha vinti di più: ben quattro.

Gaffe da palco – 2) Laurence Olivier: considerato uno dei migliori attori di tutti i tempi, il mito del cinema e teatro britannico fu tradito dall’emozione sul palco degli Oscar nel 1985, dimenticando di far precedere il nome del vincitore dall’annuncio degli attori in nomination. A salvarlo fu un lungo applauso partito dalla sala.

Gaffe da palco – 3) David Niven: Al protagonista di Invito a cena con delitto andò anche peggio 11 anni prima, quando un uomo completamente nudo irruppe sul palco alle sue spalle, facendo il segno della pace. L’attore non si scompose. Ridacchiando, commentò: «Temo che l’unica risata che quell’uomo scatenerà mai nella sua vita sarà dovuta all’aver mostrato i propri attributi»

Gaffe da palco – 4) Il volo di Jennifer: Sette anni fa, Jennifer Lawrence cadde mentre saliva le scale per ritirare la statuetta come miglior attrice per Il lato positivo. La prese a ridere.

Gaffe da palco – 5) L’edizione del patatrac – Come dimenticare il febbraio 2017, quando un imbarazzato Warren Beatty cede a Faye Dunaway il compito di annunciare La La Land come vincitore del premio più prestigioso, quello per il Miglior film? Invece aveva vinto Moonlight, come fece notare qualche istante dopo, sempre in diretta tv, il produttore di La La land, Jordan Horowitz (“non è uno scherzo, ha vinto Moonlight”). Qualcuno aveva invertito le buste. E non era stato il primo errore della serata. Durante il momento dedicato alla celebrazione di figure del cinema scomparse, era stata mostrata una foto di Jan Chapman, produttrice australiana viva e vegeta, al posto di quella della defunta Janet Patterson. Che serata!

Questi e tantissimi altri retroscena sugli Oscar li trovate sul numero di Ciak in edicola.

L’edizione 2020 degli Oscar può essere seguita in diretta domenica 9 febbraio a partire dalle 22.45 su Sky e su Tv8

Oscar 2020, le curiosità che hanno scandito la Notte delle Stelle