Pretty Little Liars 7: svelate le VERE intenzioni di Jenna nella settima stagione

Il tanto atteso sesto episodio della settima e forse ultima stagione di Pretty Little Liars è appena andato in onda sul network americano Freeform, scatenando emozioni contrastanti nel pubblico che ha sì finalmente conosciuto la felice risposta di Aria alla romantica proposta di Ezra, ma ha anche dovuto salutare un altro componente del cast uscito di scena tragicamente. Come sottolineato dalla stessa I. Marlene King su twitter, l’episodio ha fornito ai fan della serie molte succose risposte: ora sappiamo con certezza che non esistono dubbi sulla reale morte di Rollins, che il vero nome di questi era Archer Dunhill, e che il medico si era perdutamente innamorato di Charlotte-Cece Drake. Ma c’è dell’altro: Jenna e Sara Harvey stavano collaborando come le altre liars – e stavolta hanno concretamente tentato di farglielo capire – alla ricerca dell’assassino di Charlotte.

Il ritorno di Jenna a Rosewood e la formazione di un team apparentemente concorrente alle liars non era dunque stato dettato dalla sete di vendetta contro chi volesse in qualche modo riabilitare la memoria di Charlotte – cosa che eravamo stati sinceramente portati a credere a causa dei trascorsi fra le due (Jenna non è stata forse gettata in un lago da Charlotte nella quarta stagione? e nella terza, Cece non si rivolse forse alla stessa con rabbia dicendole che le avrebbe cavato gli occhi?).

Evidentemente, in un periodo della loro vita a noi finora ignoto (o in un grosso buco della trama!), l’amicizia fra Charlotte e Jenna deve essersi ricucita, e la vecchia Cece è stata aiutata da Jenna nella ricerca di sua madre Mary sino al punto da arrivare quantomeno a conoscerne ed assumerne il cognome. Perché poi lei e Mary non si siano mai incontrate, ci rimane ignoto.

C’è tuttavia infine un’ultima domanda che dopo la visione dell’episodio sei non può non sorgere spontanea: se Sara Harvey, prima di fare la fine del topo col gatto, era pronta a condividere con Emily le informazioni raccolte dal team-Jenna su Charlotte, per quale ragione Jenna sembrava invece piuttosto seccata da questa prospettiva (“Mind your own damn business, Emily!”)? Forse per un desiderio di rivalsa (come ha ben voluto precisare Tammin Sursok, l’attrice che la interpreta) nei riguardi delle liars, dalle quali è sempre stata bistrattata, oppure per altre ragioni che ancora ci sfuggono?

Sembra che per adesso dovremo accontentarci di quel poco che siamo riusciti a sapere, e ringraziare per questo – nel bene e nel male – la solita Marlene King.