Pretty Little Liars 7, Troian Bellisario e Keegan Allen confermano la morte di Toby: perché non credergli

Benché la morte di Toby fosse un’eventualità paventata già da parecchio dai fan di Pretty Little Liars, a causa di alcune indiscrezioni su una scena di incidente stradale girata nei mesi scorsi, comunque non ne eravamo preparati. In più, quando la macchina da presa si è avvicinata lentamente ad un furgone uscito fuori strada e rivelatosi poi quello di Toby, chino sul volante col volto insanguinato e privo di sensi, erano gli attimi subito precedenti alla conclusione dell’episodio, e tra lo sbigottimento e l’angoscia di quanto già accaduto alle liars e a Spencer in particolare non c’è stato dato neppure il tempo necessario per pensare all’entità di quanto fosse successo. Si dà però il caso che proprio in quei momenti su twitter Keegan Allen stesse interagendo con gli spettatori dello show, e non abbia tardato a confermare la dipartita del suo personaggio.

Il tono dell’attore, tuttavia, è stato piuttosto leggero: ha scherzato sui toni tragici del summer finale, ha condiviso tweet di chi ironizzava sul fatto di non dover mai chiedere un passaggio a Toby, e così via. Nel frattempo, anche Troian Bellisario caricava sul medesimo social una foto dei due innamorati apparentemente privi di vita, paragonando il destino di Spencer e Toby a quello della coppia più celebre della letteratura inglese, Romeo e Giulietta.

Insomma, gli Spoby sarebbero entrambi fuori dello show. Ma se per quanto concerne la presunta morte di Spencer la questione è più complicata, e contiamo di rimandarvi perciò ad un nostro prossimo contributo, a proposito di Toby sono numerosi e più immediati gli elementi che fanno pensare ad un voluto depistaggio da parte di autori e attori.

Mettendo da parte il solo fatto che – guarda caso – Allen non abbia ancora speso neppure una parola per ringraziare a dovere la troupe e gli autori della serie, ma si stia invece spendendo tra foto e video nel sottolineare di ora in ora che Toby sarebbe davvero morto; e lasciando pure stare la stranezza che ad un personaggio come il suo si dedichino appena pochi secondi muti prima di toglierlo di mezzo; tralasciando tutto questo, quindi, non è forse vero che già una volta di Toby si erano apparentemente perdute le tracce pensando fosse morto? E soprattutto, non è forse vero che già all’epoca in cui il corpo di Mona comparve inizialmente esanime nel bagagliaio della macchina di -A, proprio attraverso i social Janel Parrish convinse tutti che il suo personaggio fosse stato eliminato dallo show?

Eppure, qualche mese dopo l’abbiamo rivista come se nulla fosse nei panni dell’inattaccabile Vanderwaal.

Questo fatto crea dunque un precedente di cui tener conto ora più che mai, e che forse un tempo si vide necessario in virtù della portata che lo show ha sempre avuto sui social network sin dal suo debutto. Nell’epoca di internet le indiscrezioni e gli spoiler possono infatti permettersi di fare il giro del mondo in un batter di ciglia, e stupire gli spettatori è diventato per questo più difficile. Gli autori di serie televisive stanno perciò sempre più frequentemente adottando espedienti simili per mantenere alta l’attenzione nei riguardi del loro show: si pensi ad un macroesempio come quello di Game of Thrones, nel quale per mesi prima della messa in onda di una nuova stagione il personaggio di Jon Snow si è creduto effettivamente morto grazie alle false dichiarazioni rilasciate qua e là dall’attore che lo interpreta. Tutto ciò porta a credere che lo stesso potrebbe capitare al Toby di Pretty Little Liars, o almeno questo è quel che ci auguriamo tenendo infine anche conto delle recentissime parole di Marlene King: “Il pubblico sa quanto io ami il personaggio di Toby, perciò nella scena dell’incidente potete leggerci quel che ci leggerete. Toby è uno dei miei preferiti nello show. Sarebbe difficile fargli quella telefonata”.