IL SALE DELLA TERRA

The Salt of the Earth Brasile/Italia/Francia, 2014 Regia Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado Sceneggiatura Juliano Ribeiro Salgado, Wim Wenders, David Rosier Produzione David Rosier, Andrea Gambetta, Lélia Wanick Salgado Distribuzione Officine Ubu Durata 1h e 50′ www.officineubu.com/ilsaledellaterra

In sala dal 

23 ottobre

Guardare le fotografie di Sebastião Salgado, che ha trascorso gli ultimi quarant’anni viaggiando in oltre cento Paesi e mostrandoci le miniere d’oro di Serra Pelada in Brasile, la carestia nel Sahel, il genocidio in Ruanda, il lavoro di uomini e donne, e poi la spettacolare bellezza della natura incontaminata, significa non solo accostarsi ad altri uomini e altre donne, assai diversi da noi, ma soprattutto incontrare noi stessi.

Vera e propria esperienza emotiva destinata a lasciare un segno profondo nel cuore dello spettatore, Il sale della Terra firmato da Wim Wenders con Juliano Ribeiro Salgado, figlio del fotografo, restituisce tutta la forza di un uomo che con il proprio sguardo ha celebrato la dignità di un’umanità sofferente, agonizzante, smarrita in un inferno di guerre, miseria, fame, violenza. E Wenders sottolinea questa dignità, a dispetto di coloro che vedono nel lavoro di Salgado tentazioni estetizzanti, dimostrando come attraverso una completa immersione nella vita di chi fotografa Sebastião regali voce e nobiltà a uomini, donne e bambini, che davanti ai suoi occhi diventavano eccezionali. Un’immersione che gli costerà un profondo sgomento, del quale si libererà solo tornando alla natura con il suo ultimo, imponente lavoro, Genesi. Wenders seleziona lo sterminato materiale fotografico di una vita sulla base delle storie raccontategli da Salgado, lo mostra attraverso il proprio sguardo, raccontando a sua volta, contestualizzando le immagini con l’aiuto di brevi interviste al suo autore. E intrecciando la vicenda professionale del fotografo con quella personale: il rapporto con il figlio Juliano, la lunga storia d’amore con la moglie Leila, grazie alla quale ha scoperto la fotografia. Con lei ha fondato l’agenzia Amazonas Images ed è sempre con lei che ha ripristinato la foresta della fascia atlantica brasiliana piantando due milioni di alberi, trasformando la sua grande fattoria di famiglia in un parco naturale e creando Istituto Terra, segno tangibile, dopo tanto orrore, di una rinnovata fiducia nell’uomo, il vero “sale della Terra”.

Alessandra De Luca

 

Nessun Articolo da visualizzare