Sonic 2 – Il Film, la recensione

0

Sonic torna al cinema dopo che il primo episodio ha incassato oltre 320 milioni di dollari in tutto il mondo. Il riccio superveloce dei videogames in questa nuova avventura, dopo essersi stabilito a Green Hills non vede l’ora di dimostrare che ha tutto ciò che serve per essere un vero eroe. La nuova sfida non si fa attendere: il Dr. Robotnik è tornato con un nuovo alleato, Knuckles, che lo aiuterà nella ricerca di uno smeraldo che ha il potere di distruggere la civiltà. Con il suo nuovo compagno d’avventura TailsSonic intraprende un viaggio in giro per il mondo per trovare lo smeraldo prima che cada nelle mani sbagliate.

UN SEQUEL PIÙ AMBIZIOSO

Il sequel è decisamente più ambizioso del primo capitolo a cominciare dalla presenza dei nuovi personaggi: non era facile introdurre nel film sia Tails che Knuckles che rappresentano la struttura portante dei primi videogame di Sonic degli anni 90. Come era difficile portare sul grande schermo Sonic nel 2019, è stato molto rischioso fare altrettanto per gli altri due personaggi nel 2022, e il film ci è riuscito in maniera perfetta mantenendo la stessa semplicità della narrazione. Tails rappresenta la lealtà e l’innocenza, fa breccia nel cuore dello spettatore per la sua coda e per il suo rapporto di grande affetto con Sonic. Knuckles invece è il duro del film non a caso è doppiato in originale da Idris Elba e in italiano da Maurizio Merluzzo.

JIM CARREY TORNA NEGLI ANNI 90

Jim Carrey nei panni dei Dr. Robotnik vale il prezzo del biglietto: l’attore torna di nuovo nelle veste del villain ma in questo nuovo capitolo lo caratterizza maggiormente con più ironia ed espressività che ricorda molto quella de L’Enigmista in Batman Forever. Per i nostalgici degli anni 90 vedere di nuovo l’attore sul grande schermo con le stesse movenze e battute che hanno caratterizzato la sua carriera è uno dei motivi per andare in sala a vedere il film. Carrey porta di nuovo in scena lo stesso umorismo di Ace Ventura, The Mask e il Grinch e la speranza è che le sue dichiarazioni su un suo prossimo ritiro dalle scene siano solamente l’ennesimo suo scherzo da burlone.

SONIC ADOLESCENTE

Come ripete il film all’inizio, Sonic è ancora nella fase adolescenziale quindi i temi ricorrenti della pellicola sono il senso della famiglia e dell’amicizia. Il primo è sottolineato molto dal suo rapporto paterno con James Marsden, il secondo si amplia notevolmente con l’arrivo di Tails che rappresenta il primo vero amico del porcospino. Questo senso di squadra rende il film adatto sia a un pubblico familiare, sia agli amanti del gioco della Sega che, grazie alle piccole citazioni, rievocheranno la spensieratezza e leggerezza delle partite ai vari Sega Mega Drive e cabinati delle sale giochi anni 80.