Tutti gli uomini di Victoria: avvocato e mamma single, la vita caotica di una donna moderna

Francia, 2016 Regia Justine Triet Interpreti Virginie Efira, Vincent Lacoste, Melvil Poupaud, Laurent Poitrenaux, Alice Daquet, Laure Calamy, Sophie Fillières Distribuzione Merlino Durata 1h e 37′

Al cinema dal 25 gennaio 2018

IL FATTO – Victoria è un avvocato penalista, una professionista affermata, separata e con due figlie. Tra lavoro, famiglia e la voglia di rimettersi in gioco sentimentalmente, la sua vita è una corsa contro il caos e contro il tempo. A una festa incontra due uomini che le sconvolgeranno ancora di più l’esistenza: Sam, un ragazzo ex spacciatore che Victoria ha difeso nel passato e che ora decide di aiutare economicamente assumendolo come “ragazzo alla pari” per fare da babysitter alle figlie, e Vincent, un vecchio conoscente accusato di aver tentato di uccidere la moglie. Victoria decide di difendere Vincent che ha però, come unici testimoni a suo favore, uno scimpanzé e un cane dalmata…

L’OPINIONE – L’anima di Tutti gli uomini di Victoria sta proprio nella definizione che ne dà la regista Justine Triet: “una commedia disperata sulla vita caotica di una donna moderna”. Victoria deve tenere insieme tutti i pezzi della sua vita: il lavoro, il rapporto con le bambine e con l’ex marito che tenta di sfruttarla economicamente, e anche la sfera emotiva, al momento nutrita solo da improbabili ed esilaranti incontri occasionali pescati da internet. Il sesso non si vede mai eppure è sempre elemento centrale del gioco delle parti, di ricatti e rivincite di coppia, soprattutto di equilibri personali, della ricerca di una nuova felicità.

In Tutti gli uomini di Victoria Triet racconta una materia attualissima, quella delle tante madri lavoratrici e single che cercano di non affogare in una gestione del quotidiano sempre più complessa, nell’unica chiave possibile per sfuggire al cliché della satira sociale: quella della commedia sofisticata, col piglio spumeggiante di tanti classici americani del genere. Ci mette in più un bel gusto per l’assurdo, scavalcando gli stereotipi di genere e affidandosi a una protagonista strepitosa: l’attrice belga Virginie Efira.

Nessun Articolo da visualizzare