WandaVision: Marvel Fase IV parte alla grande – Recensione

La serie Disney+ con Elizabeth Olsen e Paul Bettany è uno dei prodotti televisivi più interessanti degli ultimi anni

wandavision recensione

WandaVision è la serie Marvel esclusiva per Disney+ che racconta le avventure catodiche di Wanda Maximoff e Visione, i due supereroi (e Avengers d’adozione) che alla fine di Avengers: Endgame

Ecco, partiamo dalla fine.

Visione, che era custode della Gemma della Mente, muore ucciso da Thanos in Avengers: Infinity War. Scarlet Witch, ovvero Wanda, resta in vita e sarà una delle più importanti protagoniste della vittoria sul Titano. Abbiamo lasciato Wanda mentre piangeva con Hawkeye, anche lui distrutto dalla morte di Vedova Nera.

Stacco. Anni Cinquanta, una tipica cittadina della provincia americana, tutta villette a schiera e vicinato ciarliero. Wanda e Visione sono di nuovo insieme, felici, in bianco e nero. Hanno comprato una casa e vivono come una normale coppia di quel decennio americano. Lei casalinga, lui impiegato modello, sembrano usciti da una serie classica della televisione. O forse, ci sono finiti dentro.

Si apre così WandaVision

Serie esclusiva per Disney+ che apre la fase IV del Marvel Cinematic Universe. La nuova era delle avventure dei supereroi di casa Disney sarebbe dovuto cominciare anche prima, ma il Covid ha ritardato l’uscita di Black Widow, consentendo a Eternals e Shang-chi addirittura di tornare sul set alla fine del 2020 per girare delle nuove scene.

WandaVision recensione
Vision e Wanda Maximoff dormono in letti separati negli anni Cinquanta ©Marvel Studios 2020. All Rights Reserved.

Se siano state necessarie per collegarsi a WandaVision lo sapremo nei prossimi mesi, così come scopriremo nell’arco dei nove episodi di questa sit-com con persone molto speciali quale sia il destino di questa strana coppia.

VIDEO: GUARDA IL TRAILER DI WANDAVISION

Trama e spoiler inutili e letali a parte, dalla visione dei primi tre episodi di WandaVision si resta molto piacevolmente sorpresi. Operazione straordinariamente pop, che sarebbe piaciuta moltissimo a Andy Wahrol, la serie nasce dalla fervida fantasia di Jac Schaeffer, vera e propria paladina della narrazione al femminile in casa Marvel, già sceneggiatrice di Captain Marvel e autrice del soggetto di Black Widow. Schaeffer trasporta la romantica coppia degli Avengers nell’universo di I Love Lucy e Vita da strega, e non solo, come si vedrà nello scorrere delle puntate.

Un paese delle meraviglie basato sul meglio della serialità televisiva americana

Prodotti che hanno fatto da baby sitter al paese, ma anche da padre, madre, fratello, fidanzata e moglie (o sorella e marito, come preferite). Wanda e Vision sono l’anomalia,, esattamente come lo erano i protagonisti di questi show, alieni atterrati nella Land of the Brave and the Weirdos.

Naturalmente la presenza dei nostri eroi in questo mondo in 4:3 è sospetta, e come si evolve la situazione lo si scoprirà nel corso della serie. Comunque la quarta fase della Marvel si preannuncia assai più interessante delle precedenti.

Wandavision recensione
Paul Bettany ed Elizabeth Olsen in cucina, pronti per i fornelli… ©Marvel Studios 2020. All Rights Reserved.

Da un cinema diventato sistematicamente videogioco, e di cui Avengers: Endgame è l’apoteosi, anche piuttosto noiosa e retorica, si passa a un approccio paradossalmente realistico. La conferma giunge dalle scelte apparentemente bizzarre dei registi per i prossimi film.

Ma alla luce di WandaVision non si è più basiti di fronte a Chloe Zhao, autrice indipendente con all’attivo due film che viaggiano tra documentario e neorealismo come The Rider e Nomadland. La regia di Eternals è sua, e ne firma anche la sceneggiatura. Un disegno da parte di Disney e Marvel che assume un senso molto compiuto.

VIDEO: LE SIGNORINE BUONASERA INTERVISTANO WANDA E VISIONE

C’è una consapevolezza della realtà nel mondo fantastico di Vision e Scarlet Witch che va necessariamente filtrata con i codici della commedia televisiva. Sotto il tappeto del salotto è nascosto un segreto devastante, che quando sarà svelato cambierà gli equilibri tra i personaggi dell’universo Marvel e darà loro uno spessore che fino a oggi, a parte rarissime eccezioni, quasi sempre oltretutto repentinamente rinnegate, non si era visto.

Elizabeth Olsen e Paul Bettany, che riprendono i loro ruoli cinematografici anche sulla piattaforma streaming, sono una coppia perfetta in tutte le declinazioni, con magnifici tempi comici e variazioni di tono repentine che rendono il flusso narrativo di Wandavision costantemente disturbante, nei confini di un prodotto che deve abbracciare dagli otto agli ottant’anni.

WandaVision recensione
Il mondo di WandaVision è anche a colori

Proprio per questa sua forma squisitamente ibrida, è facile scoprirsi a immaginare cosa sarebbe stata la serie nelle mani di un anarchico “wandavisionario”.

Ci sono molte definizioni e sintesi per WandaVision.

Senza nulla svelare, ma cercando di dare la giusta suggestione, è il The Truman Show della Marvel, ambientato a Pleasantville e immaginato da David Lynch in vacanza.

Se non vi abbiamo incuriosito così…

WandaVision è su Disney+ dal 15 gennaio 2021

Nessun Articolo da visualizzare