Ricomincio da Palm Springs

La commedia indie dei record arriva in Italia. Romantica, divertente e con una coppia protagonista che amerete. Giorno dopo giorno dopo giorno…

Scene da un matrimonio. Nyles è uno degli invitati, è lì con la fidanzata Misty, una relazione che si potrebbe definire complessa. Sarah è la sorella della sposa, e vive una vita senz’altro complicata. Lei è molto tesa, deve fare un bel discorso da testimone della sposa. Lui, al contrario è sin troppo rilassato, e la sensazione che ci sia qualcosa di strano c’è. In effetti è così, Sarah lo scoprirà suo malgrado, un passo in più che sconvolgerà la sua vita. O meglio: l’ultimo lunghissimo giorno della sua vita.

Prendete Ricomincio da capo50 giorni il primo bacio ed Harry ti presento Sally e il risultato sarà Palm Springs, commedia romantica che prima ancora di uscire aveva già battuto un record non indifferente. Presentato al Sundance 2020, uno degli ultimi festival dell’epoca pre-Covid, Palm Springs può fregiarsi di essere il film ad avere strappato l’accordo di distribuzione più ricco nella storia del festival. 17,5 milioni di dollari e 69 centesimi per essere acquisiti dalla piattaforma streaming Hulu. Quei 69 cents servono solo a prendersi il primato, precedentemente detenuto da Birth of a Nation. Ma statistiche a parte, Palm Springs ha dimostrato di essere una commedia dalle notevoli potenzialità, non a caso è il film più visto nei primi tre giorni on line su Hulu, dove è arrivato lo scorso 10 luglio. In Italia uscirà invece il 29 ottobre, grazie ad I Wonder Pictures.

Andy, ti presento Cristin

Entrambi con un curriculum televisivo molto noto agli appassionati delle serie tv, Andy Samberg e Cristin Milioti sono l’anima e il cuore di Palm Springs. E anche la scelta vincente, visto il grande appeal che hanno sul pubblico, almeno quello statunitense. Il primo è da anni una delle colonne portanti del Saturday Night Live e protagonista di Brooklin Nine-Nine, nei panni del detective Jake Peralta (per cui ha vinto un Golden Globe come migliore attore per una serie comedy), serie arrivata ormai all’ottava stagione, che vedrà la luce nel 2021. Samberg veniva considerato un erede di Adam Sandler, con cui ha girato anche il film Indovina perché ti odio. I due non sono accomunati solo dalle iniziali, ma anche da un gusto spiccato per la commedia guascona, ma al contempo romantica e intelligente. Non a caso Palm Springs è chiaramente ispirato da quello che ormai è un classico a tutti gli effetti, 50 volte il primo bacio, ma anche da Cambia la tua vita con un click, altro gioiello del cinema di Sandler.

Al fianco di Samberg troviamo un’altra beniamina del piccolo schermo. I fan di …e alla fine arriva mamma (insomma, How I Met Your Mother) non potranno mai dimenticare Tracy McConnell, meglio nota come la ragazza dall’ombrello giallo. Cristin Milioti si prese il rischio di arrivare alla fine dell’ottava stagione di una sit-com di culto, con un cast composto da cinque protagonisti perfetti, e con la stessa grazia con cui entrò nella vita di Ted Mosby e dei suoi amici, entrò nel cuore degli spettatori. Gli ultimi due episodi di HIMYM sono storia della televisione grazie a lei, e in seguito ha continuato a frequentare la serialità anche in progetti importanti, come Fargo (la seconda stagione, in cui aveva un ruolo bellissimo), Black Mirror (l’episodio USS Callister) e anche la bellissima serie antologica Modern Love, ideata e diretta da John Carney. Ma non aveva ancora mai avuto la grande occasione al cinema. Palm Springs è un film perfetto per le sue corde, “comedian” di razza con tempi perfetti, linguaggio del corpo ed espressività tipica di chi è abituata a calcare il palcoscenico (è stata candidata a un Tony Award per la sua interpretazione nel musical di Broadway tratto da Once). Ha lavorato anche con Martin Scorsese, è stata la facilmente dimenticata moglie di Jordan Belfort/Leonardo DiCaprio in The Wolf of Wall Street. Questa volta sarà difficile togliersela dalla mente.

Questione di tempo

La sceneggiatura dell’esordiente (nel lungometraggio) Andy Siara attinge da molte fonti, quelle già citate ma non solo. Soprattutto, Palm Springs non è un film da ridurre a una semplice commedia romantica. Come le altre storie, quella di Nyles e Sarah è soprattutto una riflessione sulla vita, che nel mezzo del cammin sembra avere smarrito la via. Troppo frenetici i ritmi moderni per potersi fermare il tempo sufficiente per capire cosa fare, dove andare, cosa si desidera veramente. Essere bloccati in un unico giorno per un tempo indefinito, come in Ricomincio da capo, è solo una metafora sulla ricostruzione di sé, che oggi, nell’era del Covid, ci riesce ancora più facile. Bloccati per mesi in casa, gli esseri umani del 2020 hanno infornato pagnotte, suonato chitarre, guardato film, letto libri… CONTINUA SU CIAK DI OTTOBRE IN EDICOLA!