ROMAFF11, “THE ACCOUNTANT”: IL LATO COMPLESSO DI BEN AFFLECK

Goffo genio della matematica autistico, lottatore addestrato e ottimo tiratore. Christian Wolff (Ben Affleck), tende a tenere nascoste tutte queste realtà che caratterizzano la sua vita privata e tracciano il filo rosso con il quale ripercorrere il suo passato. Lavora come contabile in un quartiere periferico del New Hampshire, occupandosi dei risparmi di semplici cittadini alle prese con comuni problemi di tasse. Una copertura per il suo vero, remunerativo e pericoloso lavoro che consiste nel gestire i conti delle più pericolose organizzazioni criminali del mondo. Quando scopre che Ray King (J.K. Simmons), alla guida della divisione anti- corruzione del Dipartimento del Tesoro l’ha preso di mira, accetta di occuparsi di un cliente legittimo, una compagnia robotica che ha scoperto, grazie ad una loro impiegata, Dana (Anna Kendrick), ammanchi per milioni di dollari nei propri libri contabili. Un vaso di Pandora che una volta scoperchiato dà il via ad una lunga lista di omicidi…

Gavin O’Connor, dopo Pride and Glory presentato nel 2008 all’allora Festival Internazionale del Cinema, torna alla Festa di Roma con la sua nuova pellicola in selezione ufficiale dopo l’anteprima losangelina che ha anticipato l’uscita nelle sale americane e ha decretato The Accountant numero uno al box office con un incasso di quasi 25 milioni di dollari nei primi tre giorni di programmazione. La pellicola, sviluppata dalla sceneggiatura di Bill Dubuque (The Judge), è pervasa da un’ironia che attraversa l’intero lavoro e che molto deve all’interpretazione di Affleck, perfetto nel portare sul grande schermo un personaggio giocato e sviluppato sui piccoli gesti che “svelano” la sua complessa natura. Particolarmente riuscite le sequenze condivise con la Kendrick a differenza, invece, dei flashback con i quali viene mostrato il passato del protagonista e che rappresentano l’elemento meno riuscito di un thriller che ha dalla sua la capacità di giocare con azione e tenerezza, umorismo e tensione (sebbene non sempre con la necessaria costanza). Nelle nostre sale dal 27 ottobre grazie alla Warner Bros, The Accountant, vede inoltre la presenza nel cast di Jeffrey Tambor (Transparent) e Jon Bernthal (Daredevil 2).