Richard Pryor oggi avrebbe compiuto 80 anni: i 5 film cult dell’attore da rivedere

Ecco cinque film culto dell'attore da rivedere

Richard Pryor è stato un comico, cabarettista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense. Ha avuto un grande successo come spalla di Gene Wilder e  al tempo stesso ha influenzato anche comici come Eddie Murphy, Robin Williams, David Letterman e Arsenio Hall.

Come cabarettista era celebre per il suo modo diretto e senza compromessi di trattare tematiche scottanti quali discriminazione e razzismo, ricorrendo ad un linguaggio talvolta scurrile per illustrare il suo punto di vista. Pryor è morto nel 2005, oggi avrebbe compiuto 80 anni: ecco 5 film cult del grande attore da rivedere.

Chi più spende più guadagna

Film del 1985 diretto da Walter Hill, interpretato anche da John Candy e Lonette McKee. La storia è tratta da Brewster’s Millions, il romanzo di George Barr McCutcheon che è stato adattato per lo schermo in varie versioni.

Non guardarmi non ti sento

Film del 1989 diretto da Arthur Hiller. Nel cast anche Gene Wilder Anthony Zerbe, Kevin Spacey e Joan Severance.

Superman 3

Film del 1983 diretto da Richard Lester. In questo episodio Superman (Christopher Reeve) deve affrontare un genio di computer, August Gorman (Richard Pryor), succube del suo capo, l’avido e spietato affarista Ross Webster (Robert Vaughn).

Wagons-lits con omicidi

Film del 1976 diretto da Arthur Hiller. Il film fu la prima collaborazione tra Gene Wilder e Richard Pryor. Pryor era stato la prima scelta per il personaggio di “Bart” in Mezzogiorno e mezzo di fuoco di Mel Brooks prima di essere sostituito da Cleavon Little, e al film aveva preso parte anche Wilder. Successivamente i due formarono un’affiatata coppia comica.

Harlem Nights

Film del 1989 diretto e interpretato da Eddie Murphy, qui alla sua prima regia. Nel cast figurano anche Redd Foxx, e Arsenio Hall.

 

Nessun Articolo da visualizzare