Terence Hill: “Durante le riprese di …Altrimenti ci Arrabbiamo sono finito all’ospedale”

L'attore ha raccontato di essere finito all'ospedale dove aver girato una scena che in origine doveva essere pacifica

Terence Hill è stato intervistato da Il Fatto Quotidiano per i 50 anni del film “Lo Chiamavano Trinità” e per l’occasione l’attore ha raccontato molti aneddoti riguardanti la sua carriera e il suo rapporto con Bud Spencer. Uno di questi riguarda “Altrimenti ci Arrabbiamo…”film cult del 1974 diretto da Marcello Fondato dove il filo conduttore è una dune buggy costruita dalla Puma, che assurge a “pomo della discordia” della vicenda. 

Nel raccontare alcune scene e alcuni incidenti occorsi durante le riprese, Terence Hill ha descritto un incidente capitato mentre girava una scena: 

“dietro la testa mi hanno ricucito una ferita con quattro punti. Capitò nella scazzottata finale di …altrimenti ci arrabbiamo! Un tizio doveva darmi una panca sulla testa, io mi abbassavo e la panca finiva in mille pezzi sul muro. A un certo punto si sente una voce: “Ah dottò, avemo finito le panche de balsa”. Ll’aiuto regia: “Piglia quella vera!”. Così giriamo la scena, quello parte, io mi alzo mezzo secondo prima e la panca mi becca in testa. Sanguinavo talmente che mi portarono al pronto soccorso…

“Altrimenti? …altrimenti ci arrabbiamo!”, la battuta pronunciata dai due protagonisti quando il Capo li minaccia di non accontentarli, è lo slogan utilizzato per pubblicizzare il film all’epoca della sua programmazione nelle sale cinematografiche.

Nessun Articolo da visualizzare