TFF2015: “OGGI INSIEME DOMANI ANCHE”, IL FILM PARTECIPATO

Arriva alla rassegna l’opera collettiva della regista Antonietta De Lillo che racconta cosa è il sentimento dell’amore attraverso gli sguardi dei tanti autori coinvolti nel progetto

Antonietta De LilloIn quanti modi il cinema può raccontare la realtà? Tra questi c’è anche il “film partecipato”. Come è il caso di Oggi insieme domani anche. Ma cosa significa in concreto? Come spiega la promotrice e regista Antonietta De Lillo: «Il film partecipato è un’idea di cinema sostenibile dove le immagini di autori diversi servono per più racconti, potendo avere vita autonoma e partecipando al film finale. In pratica: si diffonde l’idea del progetto e la si manda in giro per farla crescere e creare un film che offre diverse sfaccettature ». Il che vuol dire molteciplicità di storie e sguardi su un tema che coinvolge tutti.

oggi insieme domani ancheNel caso di Oggi insieme domani anche, frutto di 4 anni di lavoro: che cosa è il sentimento d’amore, come si esplica adesso in Italia, con i mutamenti radicali avvenuti in seno alla famiglia, sul concetto di sesso, nei rituali sociali? Tanti gli autori coinvolti (stiamo parlando di 20 film assemblati e legati), per un’indagine sull’amore che comprende anche i suoi territori più oscuri, dal vizio alla violenza, dal dramma alla commedia, 40 anni dopo i Comizi d’amore di Pasolini e le inchieste televisive di Luigi Comencini.Tante storie che il comitato artistico coordinato da Antonietta De Lillo (sue, lo ricordiamo, in passato le regie del delicato Non è giusto, 2001 e di Il resto di niente, 2004, nonché la cura di Il pranzo di Natale, primo lavoro partecipato prodotto da Marechiarofilm) ha stimolato, scelto e assemblato. A Torino l’opera collettiva è stata molto amata e nel 2016 circolerà per le sale cinematografiche della penisola. Intanto è stato annunciato un terzo progetto – durata tre anni – sul tema: L’uomo e la bestia.

 

Massimo Lastrucci

 

Nessun Articolo da visualizzare