“CRIMINAL MINDS”: LA DELUSIONE DI THOMAS GIBSON

Dopo la rabbia è il momento della delusione per Thomas Gibson. L’attore affida a Twitter il suo sfogo dopo il licenziamento dallo show Criminal Minds.

Nelle scorse settimane l’attore, che per 11 stagioni ha interpretato l’agente Aaron ‘Hotch’ Hotchner, è stato coinvolto in una lite sul set della serie. Gibson è stato sospeso dalla produzione per due settimane fino a quando ABC Studios e CBS Television Studios hanno deciso di allontanarlo definitivamente dallo show, perché Thomas avrebbe preso a calci uno sceneggiatore per «divergenze creative». “Hotch” ha quindi deciso di creare un proprio profilo Twitter per dialogare con i fan e esprimere il suo punto di vista su quanto è accaduto. C’è chi pensa che l’intera vicenda potrebbe presto essere discussa anche in tribunale mentre iniziano a circolare rumors riguardo ad altre tensioni che Gibson avrebbe avuto con gli ex colleghi Mandy Patinkin, Shemar Moore e l’assistente alla regia Ian Woolf. Forse a un giudice spetterà l’ultima parola ma ora gli spettatori restano con un dubbio: come sarà giustificata l’uscita di scena di Hotchner da Criminal Minds? Al momento la questione è ancora top secret.

Nessun Articolo da visualizzare