“STRANGER THINGS”: LA SERIE TV CON WINONA RYDER

Creature con poteri soprannaturali. Un gruppo di bambini alle prese con un mistero e una traquilla cittadina che custodisce un segreto. Stranger Things, la nuova serie tv originale Netflix, piacerà molto a chi sente la nostalgia di film cult come E.T. l’extra-terrestre e Incontri ravvicinati del terzo tipo.

Lo show disponibile dal 15 luglio sulla piattaforma di streaming racconta in otto episodi la strana sparizione di Will, che avviene nel 1983. I suoi piccoli amici e la polizia si mettono alla ricerca del ragazzino ma ogni passo verso la verità porta alla luce una storia complessa e straordinaria che coinvolge forze fuori dal comune e oscuri esperimenti segreti. A indagare su quanto è accaduto ci sarà anche la madre del bambino scomparso, Joyce, a cui presta il volto Winona Ryder che torna sul piccolo schermo dopo aver partecipato lo scorso anno alla serie Show me a Hero con protagonista Oscar Isaac. A dirigere un gruppo di piccoli attori emergenti – Finn Wolfhard, Gaten Mattarazzo, Caleb McLaughlin e Millie Brown – ci sono i fratelli Duffer, Matt e Ross, autori anche della sceneggiatura che omaggia i film cult per teenager degli anni Ottanta e il cinema di Steven Spielberg.

Nessun Articolo da visualizzare