Stranger Things 2: due new entry nel cast

Ha lasciato tutti a bocca aperta e si prepara a tornare nel 2017 con una nuova, imprevedibile stagione: è Stranger Things, il nuovo capolavoro di Netflix. Le riprese per la seconda stagione sono già cominciate e così le prime indiscrezioni e i primi annunci ufficiali.

Ancora incerto è il fato di Eleven, la beniamina assoluta dei fan. Alcune dichiarazioni di Millie Bobby Brown farebbero però ben sperare in un ritorno dalla bambina più speciale di Hawkins.

“Tutto può succedere, sapete. Sicuramente nel futuro di Eleven ci sono ancora molti waffles. Anche a me piacciono i waffles, ne vorrei ancora. Anche se il vero problema è quanti ne devo mangiare.” Ha scherzato l’attrice.

Le vere novità riguardano però il cast: ci sono alcune new entry ed alcuni cambiamenti che ci danno un’idea di dove andranno a parare i produttori con questa nuova stagione.

Joe Keery (Steve Harrington) e Noah Schnapp (Will Byers) sono stati promossi a regular. Sicuramente verrà quindi approfondita la relazione tra Nancy e Steve e le conseguenze della permanenza di Will nel Sottosopra.

Altre due new entry si sono appena aggiunte al cast e avranno un ruolo molto importante. 

A riguardo i produttori Matt e Ross Duffer hanno dichiarato che:
“Ci sarà un gruppo di nuovi personaggi molto interessanti e pienamente al servizio dei protagonisti. Come la serie stessa, i nuovi personaggi saranno intriganti e da capire.”

Le new entry si chiamano Sadie Sink e Dacre Montgomery.

Sadie Sink (The Americans) interpreterà Max, “una ragazzina forte e sicura di sé, il cui aspetto, comportamento e obiettivi sembrano più tipici dei maschi che delle femmine di quell’epoca. Ha una storia complicata ed è generalmente sospettosa di tutto ciò che la circonda”.

Dacre Montgomery invece presterà il volto a Billy, “il fratellastro maggiore di Max, facilmente irritabile e molto sicuro di sé. Ruba le ragazze ai loro ragazzi, beve molto, conduce una vita un po’ sregolata e guida una Camaro nera. Sotto al suo apparente carisma si cela una natura violenta e imprevedibile”.