The Good Place: recensione del pilot

I nuovi pilot cominciano ad andare in onda e tra questi si fa notare la nuova serie con Kristen Bell, The Good Place.

Scheda tecnica.

Genere: Sitcom/Fantasy

Numero di episodi: 13

Canale: NBC

Regia: Drew Goddard

Cast: Kristen Bell (Eleanor Shellstrop), Ted Danson (Michael), Jameela Jamil (Tahani Al-Jamil), William Jackson Harper (Chidi), Manny Jacinto (Jason), D’Acrcy Carden (Janet Della-Denunzio) .

Trama.

Eleanor è morta… in maniera imbarazzante, ma è comunque morta. Ed ora si ritrova in un posto dalle tinte pastello, con vicini sorridenti e tanti frozen yogurt: una specie di Paradiso in cui, però, è finita per sbaglio. Le buone azioni che le sono state attribuite, in realtà, sono state compiute da qualcun altro. Ma la ragazza non ha intenzione di essere cacciata e finire nel Brutto Posto, che non sembra un luogo altrettanto felice. La sua presenza in Paradiso, però, creerà presto un certo scompiglio e Eleanor avrà bisogno di un alleato per sistemare le cose: si tratta di Chidi, la sua presunta “anima gemella”.

Commento.

The Good Place riporta sullo schermo Kristen Bell, un’attrice che con il suo sorriso e la sua espressività costituisce già un elemento forte sulla scena. Il pilot riesce a convincere anche grazie ad un cast ben combinato, con attori che incarnano davvero alla perfezione il personaggio: la Bell protagonista è una ragazza dal carattere particolare, egoista e troppo schietta, che presto dovrà mettere in discussione se stessa. Al suo fianco troviamo Chidi, interpretato da un altrettanto bravo William Jackson Harper: si tratta di un professore di etica e filosofia morale che, chissà per quale combinazione, sarebbe l’anima gemella di Eleanor. La relazione che si instaura tra i due, fatta di dubbi e contrasti, incuriosisce fin da subito. E’ frizzante e ritmata, come il resto dell’episodio.

La narrazione è rapida ma al tempo stesso dettagliata. Il fantomatico “Good Place” viene rappresentato alla perfezione, pur con le sue dinamiche gerarchiche che subito la protagonista vuole smascherare. Ma in realtà è lei l’unica a rischio poiché, se scoperta, potrebbe essere cacciata. Prende il via un vero e proprio tentativo di insegnarle a diventare buona… cosa che, come sappiamo bene, non sempre riesce spontanea e non sempre è veritiera. Sembra dunque che, oltre a divertire, questa serie nasconda in sé alcune riflessioni sulla natura e i rapporti umani, rese in modo semplice ma diretto.

Anche gli altri personaggi si delineano bene fin da subito, a partire dal nevrotico Michael (Ted Danson) e senza dimenticare Tahani (Jameela Jamil), apparentemente impeccabile ma che non convince affatto la protagonista. Gli ingredienti per la buona riuscita di una serie divertente e unica nel suo genere ci sono tutti e, per ora, pare che siano ben amalgamati. La prima puntata infonde nello spettatore il desiderio  di scoprire come Eleanor riuscirà a cavarsela e di capire se dietro l’apparenza colorata e gioiosa del Paradiso, accuratamente progettato e programmato al pari di macchina, si cela in realtà qualcosa di più.

Perché vederlo:

Per l’originalità della storia, ben costruita nei minimi particolari (persino nello storpiare le parolacce!). The Good Place sembra davvero una serie innovativa che può, mantenendo questo ritmo anche nei futuri episodi, divertire e al tempo stesso dire qualcosa. I 20 minuti di puntata volano via velocemente e lasciano tanta curiosità nello spettatore. Anche grazie alla presenza di Kristen Bell è falicissimo affezionarsi a questa particolare protagonista, che non è il solito personaggio perfetto ma una ragazza con tanti evidenti difetti. Troverà il modo di cavarsela? Per lei vale la pena tentare… e per il pubblico vale la pena provare a seguire questo show.

Perché non vederlo:

I motivi per non dare un’occasione a questa serie sono davvero difficili da trovare. Il massimo che si può fare è sconsigliarla a chi non ama i telefilm dai toni leggeri, ma almeno un’occhiatina bisognerebbe darla!

Voto:

8. Ottime le premesse, convincente il cast, simpatici i personaggi, divertenti i dettagli della rappresentazione. Ci sono davvero ottimi ingredienti a disposizione di questa serie che, arricchita dalla presenza di Kristen Bell, potrebbe davvero essere una rivelazione di questa stagione.

Voi cosa ne dite?

Leggi anche:

– Better Things: recensione del pilot

– CALENDARIO SERIE TV: tutti i nuovi show che ci aspettano a settembre

– CALENDARIO SERIE TV: tutti gli show che torneranno a settembre

– Rinnovi e Cancellazioni – Settembre 2016