The Undoing – Le verità non dette | Recensione

La nostra recensione della miniserie in 6 episodi in onda su Sky Atlantic/NOW tv.

The Undoing Usa 2020, creatore David E. Kelley regista Susanne Bier con Nicole Kidman, Hugh Grant, Matilda De Angelis, Donald Sutherland, Edgar Ramirez e Lily Rabe.

IL FATTO – Tratta dal romanzo Una famiglia felice (Piemme, 2016) di Jean Hanff Korelitz, questa miniserie thriller è centrata su Grace Fraser (Kidman), famosa psicoterapista che vive a New York City con il marito Jonathan (Grant), oncologo infantile e il loro figlioletto Henry (Noah Jupe), iscritto all’elitaria Reardon School. Alla stessa scuola c’è anche il figlio della conturbante Elena Alves (De Angelis), ma quando un efferato omicidio sconvolge il placido tran tran e le abitudini sociali di questi membri dell’alta borghesia, emergono segreti indicibili che rivoluzioneranno la vita di tutti i protagonisti, mettendone a nudo antiche ferite e rancori.

L’OPINIONE – Integralmente diretta dalla regista danese Susanne Bier, nominata all’Oscar per Dopo il matrimonio (2006) e vincitrice del Golden Globe e dell’Emmy per la miniserie The Night Manager (2016), la serie ha tutte le qualità e i limiti della cineasta, che in passato ha spesso mostrato un’insana fascinazione per il melodramma, com’è accaduto ad esempio nel terribile Una folle passione (2014). In questo caso le cadute sono, fortunatamente, limitate a un eccesso di “stile”: Nicole Kidman (qui anche produttrice esecutiva) offre un’ottima interpretazione, nonostante la sua mobilità facciale sia ormai limitata dagli interventi di lifting, ma la scelta di mostrarla vestita in ogni scena come se stesse partecipando a una sfilata di moda (sono innumerevoli i suoi cambi d’abito, a qualunque ora del giorno e della notte) cozza con il tono noir della narrazione. Perfetto Hugh Grant, in un ruolo dove l’attore può finalmente dare fondo alle più diverse modalità espressive del suo repertorio, mentre la nostra Matilda De Angelis, qui in veste “latina”, è perfettamente inserita nella vicenda. All’anziano leone Donald Sutherland (nei panni di Franklin Reinhardt, temibile padre di Grace), basta un monologo e la scena è immediatamente tutta sua.

SE VI È PIACIUTO GUARDATE ANCHE – La serie Big Little Lies – Piccole grandi bugie (2017-2019), non a caso creata anche questa da David E. Kelley.