Trieste Science+Fiction Festival, un tuffo nella fantascienza da First Man a Overload prodotto da J.J.Abrams

Sarà First Man – Il primo uomo, l’attesissimo ultimo film del Premio Oscar Damien Chazelle, già passato alla Mostra di Venezia, il film d’apertura della 18° edizione del Trieste Science+Fiction Festival, la più importante manifestazione italiana dedicata alla fantascienza, in programma dal 30 ottobre al 4 novembre nel capoluogo giuliano. First Man, che racconta la storia vera di Neil Armstrong, il primo uomo che ha messo piede sulla Luna, interpretato da Ryan Gosling, sarà presentato in anteprima rispetto all’uscita nelle sale italiane, il 31 ottobre, ed è solo una delle tantissime anticipazioni del festival.

A chiudere la manifestazione triestina sarà infatti Overlord, l’action-horror ambientato durante la seconda guerra mondiale prodotto da J.J. Abrams, nelle sale italiane con 20th Century Fox dall’8 novembre e in programma al festival triestino domenica 4 novembre. Il film, diretto da Julius Avery, rilancia il filone degli zombi nazisti caro a Herbert J. Leder, Tommy Wirkola e Steve Barker. Al centro della vicenda un gruppo di paracadutisti americani che, alla vigilia del D-Day, scende dietro le linee nemiche per svolgere una missione cruciale finalizzata al successo dell’invasione. Avvicinandosi all’obiettivo, i soldati si renderanno conto di non dover affrontare soltanto la minaccia militare del Terzo Reich: dietro le pareti degli edifici del villaggio, infatti, si celano entità maligne ancor più terrificanti.

Overlord
Pilou Asbaek in Overlord

A ricevere il Premio Urania d’Argento alla carriera della 18° edizione sarà un ospite davvero speciale: il regista, produttore e creatore di effetti speciali Douglas Trumbull, vincitore di due Premi Oscar e celebre per il suo contributo visivo a 2001: Odissea nello spazio, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario, e a molti capolavori della fantascienza tra cui Blade Runner e Incontri ravvicinati del terzo tipo. Douglas Trumbull presenzierà alla manifestazione triestina e ritirerà il premio durante la cerimonia ufficiale al Politeama Rossetti. Per l’occasione, il Festival triestino proietterà in versione restaurata 2001: Odissea nello spazio e Silent Running, del quale Trumbull è anche regista.

2001: Odissea nello spazio
2001: Odissea nello spazio

Tre saranno i concorsi internazionali di Trieste Science+Fiction: il Premio Asteroide per il miglior film di fantascienza di registi emergenti a livello mondiale, e i due Premi Méliès d’argento della European Fantastic Film Festivals Federation per il miglior lungometraggio e cortometraggio di genere fantastico europeo. La sezione Spazio Italia ospiterà il meglio della produzione nazionale, mentre gli Incontri di Futurologia esploreranno i temi della scienza e della letteratura.

La tradizione del cinema sci-fi a Trieste ha radici profonde: a partire dall’anno 2000 il Trieste Science+Fiction Festival ha raccolto l’eredità dello storico Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982, la prima manifestazione dedicata al cinema di genere in Italia e tra le prime in Europa.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBAC – Direzione Generale per il Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA FVG – LaREA, Promoturismo FVG.