Venezia 77, “Lacci” di Daniele Luchetti è il film d’apertura

Ad aprire l'edizione 77 della Mostra del Cinema di Venezia c'è "Lacci" film di Daniele Luchetti con protagonisti Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Linda Caridi, Giovanna Mezzogiorno e Adriano Giannini

L’ultima volta di Daniele Luchetti a Venezia risale al 1998. Il film era I piccoli maestri, da allora il regista ha frequentato altri lidi, portando Elio Germano al premio come miglior attore a Cannes per La nostra vita. Non potranno correre per la Coppa Volpi Luigi Lo Cascio e Alba Rohrwacher, protagonisti di Lacci, ma aprire fuori concorso un’edizione così fortemente voluta, è forse una soddisfazione anche maggiore, in un anno in cui si è temuto di poter perdere il piacere della sala cinematografica.

«Negli ultimi tempi abbiamo avuto paura che il cinema potesse estinguersi» ha dichiarato Luchetti. «E invece durante la quarantena ci ha dato conforto, come una luce accesa in una caverna. Oggi abbiamo una consapevolezza in più: i film, le serie, i romanzi, sono indispensabili nelle nostre vite. Lunga vita ai festival, dunque, che permettono di celebrare tutti assieme il senso vero del nostro lavoro. Se qualcuno ha pensato che fare cinema potesse rivelarsi inutile, ora sa che è un bene di tutti. Con Lacci sono onorato di aprire le danze del primo grande festival di un tempo imprevisto».

Vanda e Aldo: si innamorano, si sposano, fanno figli. E poi succede qualcosa che li divide. Uno magari cambia città, seguendo una nuova passione, l’altra resta con i bambini, perché qualcuno lo deve fare. Ma per quanto possano allontanarsi, qualcosa li lega per sempre.

Lacci è tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone, un connubio che ritorna, venticinque anni dopo La scuola, film magnifico quanto il suo protagonista Silvio Orlando. «E questo è uno delle tante cose belle, il piacere di tornare a lavorare con Silvio da allora. Ma anche scoprire interpreti come Luigi Lo Cascio, Giovanna Mezzogiorno, Laura Morante, Adriano Giannini, Linda Caridi, che non avevo mai avuto il piacere di incrociare, e ritrovare Alba Rohrwacher, conosciuta giovanissima per Mio fratello è figlio unico».

Italia, 2020, Regia: Daniele Luchetti Interpreti: Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Laura Morante, Linda Caridi

Durata: 100’