VENEZIA VINTAGE!

Il 6 agosto 1932 è lo storico giorno in cui si diede il via alla prima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, festival dedicato alla settima arte più antico al mondo e nato da un’idea del presidente della Biennale di Venezia, il conte Giuseppe Volpi di Misurata, dello scultore Antonio Maraini e di Luciano De Feo, segretario generale dell’Istituto internazionale per il cinema educativo.
Da allora star internazionali, grandi autori,opere che hanno rivoluzionato il cinema sono approdati al Lido. Aspettando i grandi protagonisti di quest’anno da Kristen Stewart a Robert Pttinson, Nicholas Hoult, Eddie Redmayne, Stacy Martin, Cary Fukunaga, Jake Gyllenhaal, sono per citarne alcuni, facciamo un tuffo nel passato con alcuni dei personaggi che in queste 72 edizioni di Festival sono sbarcati al Lido di Venezia, aggiungendo un tassello alla storia della Mostra e sopratutto a quella del cinema!

ORSON WELLES – 1948

Tra i grandi nomi del passato al Lido non poteva mancare quello di Orson Welles. Era il 1962, anno in cui il regista di Quarto Potere girò l’onirico e allucinatorio film Il processo, da lui definito l’opera migliore che abbia mai realizzato in un’intervista pubblicata sulla rivista francese Cahiers du Cinéma.

Orson Welles

ROBERTO ROSSELLINI e INGRID BERGMAN – 1950

L’eleganza e raffinatezza di Ingrid Bergman – che quest’anno sarà omaggiata alla Mostra con il film di Alessandro Rossellini Viva Ingrid! – insieme al padre del neorealismo Roberto Rossellini. Freschi di matrimonio i due si sono innamorati proprio sul set del film portato a Venezia, Stromboli (Terra di Dio). Era il 1950.

Ingrid Bergman e Roberto

SOPHIA LOREN – 1955

Sophia Loren, premio Oscar per La Ciociara nel 1962, ha ipnotizzato con il suo fascino non solo Venezia, ma il mondo intero. Nel 1955 la ricordiamo nel sensuale mambo ballato per Vittorio De Sica in Pane, amore e… diretta da Dino Risi.

Sophia Loren

ANNA MAGNANI e PIER PAOLO PASOLINI 1962

Venezia tra la fine di agosto e l’inizio di settembre è da sempre sinonimo di cinema. Ma al Lido non si vedono solo film più o meno pregevoli, non si discute soltanto di autori e attori. C’è spazio infatti anche per divertirsi, come testimoniamo Anna Magnani e Pier Paolo Pasolini scatenati in discoteca!

Ingrid Bergman e Pier Paolo Pasolini

ALAIN DELON – 1962

Nel 1962 in Laguna, intento a godersi un momento tipicamente veneziano in compagnia dei piccioni, c’era anche il divo dalla bellezza disarmante Alain Delon. Diretto da Michelangelo Antonioni ne L’Eclissi, ultimo capitolo della così detta “trilogia esistenziale”, il volto simbolo del cinema francese ha fatto girare la testa di tutte le donne.

Alain Delon

PAUL NEWMAN – 1963

Il Lido nel 1963 era letteralmente impazzito per la presenza sul red carpet del divo hollywoodiano. Paul Newman sbarcava a Venezia come protagonista di Hud il selvaggio di Martin Ritt. Aveva 38 anni, ed era all’apice della sua carriera. Una star che non voleva essere premiata soltanto per la sua bellezza, che non amava i complimenti per i suoi meravigliosi occhi celesti, che voleva essere apprezzata per il suo talento.

Paul Newman

WARREN BEATTY – 1965

A Venezia come protagonista di Mickey One di Arthur Penn nei panni di un problematico cabarettista nevrotico che abbandona il palcoscenico per rifugiarsi in una cittadina di provincia. Ma Beatty non è solo un grande attore: nel 1981 ha firmato Reds, vincendo l’Oscar per la miglior regia l’anno successivo.

Warren Beatty

CATHERINE DENEUVE e AGNÉS VARDA – 1966

Agnès Varda regista, sceneggiatrice e fotografa francese e la sensuale ed enigmatica seduttrice di Vadim, Truffaut e Mastroianni Catherine Deneuve, alla Mostra del Cinema con La creatura, film dedicato a Jaques Demy. Due talenti diversi accumunati da una grande passione, il cinema!

Agnés Varda e Catherine Deneuve

DENNIS HOPPER, JOHN FORD e JOHN HUSTON – 1971

Tre maestri del cinema, tre registi venerati dai cinefili, tre grandi cineasti che hanno lasciato in eredità cult movie imperdibili, da Easy Rider a Ombre Rosse sino al Mistero del falco. Dennis Hopper, John Ford e John Huston, insieme a Venezia nel 1971, ognuno con il proprio modo di raccontare il mondo attraverso la macchina da presa.

Hopper, Ford, Huston

PEDRO ALMODOVAR – 1983

In un’annata dove il cinema LGTB occupa un posto di rilievo  alla Mostra, a cominciare da The Danish Girl di Tom Hooper non possiamo non ricordare il 1983 quando al Lido era approdato un giovane Pedro Almodovar. Il regista spagnolo si affacciato sugli scenari internazionali presentando al Festival di Venezia L’indiscreto fascino del peccato, grottesco e provocatorio ritratto di un convento di suore.

Pedro Almodovar

Rudy Ciligot