Box office, il miglior weekend della stagione grazie a Venom

Il week end 4–7 ottobre fa segnare la migliore performance stagionale. L’incasso complessivo è stato di 9,4 milioni di euro e sono state sfiorate 1,4 milioni di presenze. Merito dell’exploit è in buona parte della novità Venom che, con 580 copie in distribuzione, ha esordito con un incasso di 3,7 milioni di euro, un risultato ampiamente superiore alle previsioni, visto la scarsa popolarità del personaggio rispetto ad altri super eroi della Marvel. A rafforzare il risultato del fine settimana anche l’ottimo andamento de Gli incredibili 2, che, alla terza settimana di programmazione, ha incassato nel week end 1,5 milioni con un modesto arretramento rispetto alla settimana precedente. Il film ha complessivamente superato i 10 milioni di euro ed è ormai prossimo al risultato di Hotel Transylvania 3, attuale campione della stagione con un incasso di poco superiore ai 12 milioni.

Le fortune dell’animazione sono confermate anche dall’esordio di Smallfoot-Il mio amico delle nevi, che, lanciato su 367 schermi, ha raccolto 838 mila euro. Bene anche la partenza di The wife-Vivere nell’ombra 450 mila euro per 210 copie. Tutti i titoli finora citati hanno superato nel fine settimana i 2 mila euro di media copia, così come lo ha fatto Un affare di famiglia, che, alla quarta settimana di programmazione, ha incassato 99 mila euro con 42 copie. Il film di Kore-Eda ha rastrellato finora 826 mila euro: un buon segnale per tutto il cinema di qualità, che proprio in questi giorni si è dato appuntamento alle Giornate Professionali di Mantova.

Quanto alle altre novità, si registrano esiti deludenti per Un nemico che ti vuole bene 242 mila euro con 279 schermi occupati; Papa Francesco–Un uomo di parola 203 mila euro 287 copie; Opera senza autore 138 mila con 168 copie; Non è vero ma ci credo 89 mila con 129 copie. Più indecifrabili, visto il numero modesto di schermi occupati, gli esiti de Il bene mio che ha incassato 78 mila euro con 59 copie e de L’albero dei frutti selvatici 26 mila per 15 schermi occupati.