Violante Placido al Festival della Commedia di Montecarlo: «Sono cresciuta con i film di Billy Wilder»

È la prima volta in una giuria cinematografica per Violante Placido, e a tenerla a battesimo è il Festival della Commedia di Montecarlo, diretto per la 14esima volta da Ezio Greggio, e in programma fino a domenica. “Amo la commedia – dice l’attrice, che abbiamo recentemente visto nel film corale 7 minuti, diretto da Michele Placido – anche se non è un genere che ho molto frequentato finora. Ho fatto le scuole inglesi e sono cresciuta con i film di Billy Wilder, solo dopo ho scoperto il cinema italiano. Adoro Paolo Virzì, La pazza gioia mi ha fatto piangere e ridere. Si, mi piacerebbe interpretare una commedia, penso che potrei attingere a parti di me che non ho ancora esplorato. Ad esempio, sono una persona disorganizzata, casinista, sbadata e forse si potrebbe partire da questo per costruire un personaggio”.

La vedremo prossimamente nell’opera prima di Diego Amodio, Alice non lo sa, un altro film tutto al femminile, ambientato questa volta alla vigilia delle nozze di una giovane donna, circondata dalle amiche, assai diverse tra loro, e dalla sorella. “A volte le amicizie cercano di etichettarti, di incastrarti in una identità precisa, mentre tu cerchi di essere qualcosa di diverso. Il film racconta delle donne che vivono sulla base di certezze in realtà inesistenti. Bisognerebbe raccontare più spesso la complessità femminile con film che offrano un punto di vista diverso”.

La musica resta l’altra sua grande passione, ma non è facile conciliare tutto, palco, set e impegni di mamma. “L’11 marzo sarò ad Avola, in Sicilia, per il piccolo concerto acustico, senza band”. E a proposito degli attacchi a lei rivolti da Gigi d’Alessio durante Sanremo (Violante faceva parte della giuria), aggiunge: “Trovo davvero ingiustificata la sua reazione e il suo accanimento nei miei confronti. Quando partecipi a una competizione accetti di metterti in gioco”.

Alessandra De Luca