Volevo Nascondermi, il trailer del film con Elio Germano che sfida la paura

In sala dal 4 marzo la pellicola di Giorgio Diritti sulla vita del celebre pittore Antonio Ligabue premiata alla 70esima Berlinale

Volevo Nascondermi, il film di Giorgio Diritti sul pittore Antonio Ligabue la cui interpretazione è valsa a Elio Germano l’Orso d’argento al festival di Berlino, sfida la psicosi. Il film, che prima dell’emergenza coronavirus era previsto in sala dal 26 febbraio, uscirà subito, il 4 marzo. Così hanno deciso i produttori Palomar e Rai Cinema e la distribuzione 01 Distribution “fiduciosi che lo straordinario successo italiano ottenuto al Festival di Berlino aiuterà i cinema e la cultura a ripartire”.

“Abbiamo deciso di essere nei cinema con il nostro film in un momento in cui è fondamentale superare le paure generate da una situazione difficile che coinvolge tutta la nostra società, fino alle sale cinematografiche e l’intero mondo della cultura” ha detto il produttore Carlo Degli Esposti.

Volevo Nascondermi – Trama

Toni, figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un’infanzia e un’adolescenza difficili, vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame.

L’incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati è l’occasione per riavvicinarsi alla pittura, è l’inizio di un riscatto in cui sente che l’arte è l’unico tramite per costruire la sua identità, la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo.

“El Tudesc,” come lo chiama la gente è un uomo solo, rachitico, brutto, sovente deriso e umiliato. Diventerà il pittore immaginifico che dipinge il suo mondo fantastico di tigri, gorilla e giaguari stando sulle sponde del Po.

Volevo Nascondermi – Il trailer

Elio Germano miglior attore alla Berlinale 2020