Woody Harrelson al Giffoni Film Festival: «Vorrei lavorare con Sorrentino»

(foto tratta da www.instagram.com/giffoni_experience)

«Mi piacerebbe molto lavorare con Paolo Sorrentino, uno dei migliori registi al mondo». La butta lì Woody Harrelson, ospite della 49esima edizione del Giffoni Film Festival, in programma dal 19 al 27 luglio.

I due film più importanti per Woody Harrelson

L’attore, che ha incontrato prima il pubblico dei ragazzi in occasione di una masterclass e poi la stampa, ha ripercorso la sua prolifica carriera ricordando quanto importanti per lui siano stati due film, Chi non salta bianco è, che gli ha offerto il suo primo ruolo da protagonista, e Assassini nati di Oliver Stone. «Non so se fosse un bel film, ma di sicuro ha fatto tanto discutere e ha segnato un rivoluzione nella storia del cinema per il linguaggio coraggioso e il montaggio innovativo».

Appuntamento a ottobre con Benvenuti a Zombieland

Woody Harrelson, che ha detto di apprezzare molto la serialità televisiva, in grado di offrire un maggior coinvolgimento, arriverà in ottobre al cinema con il secondo capitolo di Benvenuto a Zombieland, il film di Ruben Fleischer con Emma Stone e Bill Murray in un cameo. «Dopo lo strepitoso successo del primo film so che gli autori hanno lavorato sodo per scrivere il sequel, rivedendo più volte la sceneggiatura, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. È stato un team di lavoro fantastico e ci siamo molto divertiti».

Da Venom 2 alla battaglia delle Midway

L’attore tornerà anche in Venom 2 «e sarò molto cattivo» aggiunge, mentre a novembre è atteso nelle sale italiane con Midway, il nuovo film del premio Oscar Roland Emmerich dove interpreta l’Ammiraglio Chester Nimitz. «Il film ripercorre una delle più epiche battaglie della Seconda Guerra Mondiale in cui la Marina degli Stati Uniti respinse l’attacco giapponese ed è proprio grazie all’Ammiraglio Nimitz che ci fu una svolta decisiva nella guerra nel Pacifico».