BERLINO 2016: FISCHI PER “MIDNIGHT SPECIAL” CON KIRSTEN DUNST

Delude al festival il nuovo film di Jeff Nichols sulla storia di un padre in fuga col figlio minacciato da una setta religiosa

Era uno dei titoli più attesi di questa Berlinale, ma è stato accolto a suon di fischi. Midnight Special di Jeff Nichols, regista ex indipendente che oggi alla corte di una major, la Warner, può contare su un budget più elevato (e forse non è un bene), è uno di quei film che non ti aspetti di trovare a un Festival e che forse non vorresti vedere neppure in sala. La storia è quella di un padre (Michael Shannon) in fuga con suo figlio (Jaeden Lieberher), un bambino che ha sviluppato misteriosi superpoteri e per questo viene braccato sia da una setta religiosa, che attende un imminente giorno del giudizio, che dall’FBI. A questa corsa contro il tempo per proteggere il piccolo partecipano anche sua madre (Kirsten Dunst) e un soldato amico del padre (Joel Edgerton). Nichols vira dunque bruscamente verso il fantastico, dichiarando apertamente le sue fonti di ispirazione, da Starman di John Carpenter a Incontri ravvicinati del terzo tipo ed E.T. di Steven Spielberg. Ma il risultato è un mix piuttosto confuso tra omaggi cinematografici e allusioni a figure cristologiche.

«Midnight Special è un film particolare, molto personale – racconta il regista – nato in un periodo in cui mi interrogavo su mio ruolo di padre. A sei anni mio figlio si è ammalato, con mia moglie ho vissuto momenti terribili, nella più totale incertezza. In quei momenti pensavo che ai nostri figli può accadere qualunque cosa in qualunque momento e noi non possiamo farci nulla. Questo film mi ha aiutato a superare la paura della perdita ». E aggiunge: «Sono cresciuto con il cinema fantasy degli anni Ottanta che fa ormai parte del mio dna. Da Spielberg ho cercato di imparare il senso del mistero e i messaggi positivi che emergono dai suoi film ». Nel cast del film oggi in competizione anche Adam Driver nei panni di un ricercatore capace di comprendere l’enigma che si cela dietro quel bambino così speciale e conteso e Sam Sheppard nel ruolo del cinico capo della setta.

Alessandra De Luca

Guarda la gallery!

(foto di Pietro Coccia)

Nessun Articolo da visualizzare