BOX OFFICE: “FURY” SUBITO PRIMO, MA L’ESTATE SVUOTA LE SALE

In attesa della prossima uscita di Jurassic World, atteso come una manna, presenze e incassi sono in fisiologico calo estivo per la terza settimana consecutiva. Fra giovedì e domenica nei cinema italiani si sono staccati complessivamente poco più di mezzo milione di biglietti e il risultato di gran lunga migliore lo ha fatto registrare Fury, che ha richiamato in sala 142 mila spettatori, per un incasso di quasi un milione di euro. Poiché il film bellico con Brad Pitt aveva anticipato l’uscita a martedi, l’incasso complessivo è già superiore a 1,5 milioni. Alle piazze d’onore, ma fortemente in calo rispetto ad una settimana fa, si collocano il catastrofico San Andreas con 367 mila euro, che portano il totale del film a 1,9 milioni, e Yount-La giovinezza con 344 mila euro, cifra sufficiente al film di Sorrentino per sfondare quota 5 milioni. Quest’anno fra i film italiani d’autore solo Il giovane favoloso è riuscito a far meglio.

Quanto alle altre novità apparse in una settimana eccessivamente ricca di uscite, ben tredici film hanno esordito sul mercato, si registra il discreto esito di Insidious 3 con 311 mila euro per 206 copie in programmazione che consentono al nuovo capitolo della saga horror di ottenere la migliore media copie del week end alle spalle di Fury. Più indietro La risposta è nelle stelle con 296 mila euro nonostante i 300 schemi occupati ed esiti ancora più modesti per tutti gli altri film. Piccola eccezione il bellissimo È arrivata mia figlia che, puntando su un’uscita di nicchia, solo 61 copie in programmazione, ha raccolto discrete attenzioni nel circuito d’essai, totalizzando 77 mila euro.

Franco Montini

Nessun Articolo da visualizzare