“LA BUGIA BIANCA”: UN FILM PER NON DIMENTICARE

«Non ci sono sfumature di grigio tra il bene e il male e una bugia è pur sempre una bugia, anche se detta pensando di fare la cosa giusta ». Giovanni Virgilio, giovane regista catanese, lo dice a parole e lo conferma con il suo primo lungometraggio La bugia bianca. L’opera, totalmente indipendente, è stata presentata a Roma in occasione del ventennale dalla fine della guerra in Bosnia ed Erzegovina iniziata nel 1992 e arriverà in sala da domani. Un conflitto che non ha solo rubato la vita di molte persone ma ha strappato loro l’anima. Il film nasce dalla necessità di non dimenticare tutte le donne vittime di violenza sessuale, usata come arma di pulizia etnica, una pratica che durante il conflitto divenne per la prima volta una vera e propria tattica militare. La storia, scritta dallo stesso regista e da Annalaura Ciervo, parla di questo, delle disastrose conseguenze che quella guerra ha provocato. Veronika, la giovane protagonista, vive in un mondo ovattato fatto di bugie, scandito da ritmi sempre uguali tra università e violoncello. A casa sua e in generale nel suo quartiere la guerra è un tabù di cui nessuno parla mai, ma l’odio e il risentimento si celano poco sotto la superficie.

Si può detestare qualcuno che non centra nulla con vicissitudini successe vent’anni prima? Virgilio, oltre al dolore mostra anche le ripercussione del conflitto sulle nuove generazioni, vittime inconsapevole di quella malvagità senza senso che genera tutte le guerre. «Durante la guerra sono successe cose orribili lo so. Il fatto che io sia serbo e che anche i miei genitori lo siano non ci rende responsabili di quelle cose. Non c’è nessuna differenza tra la mia famiglia e quella tua. La sola differenza è tra chi l’ha voluta e fatta questa guerra e chi invece l’ha dovuta subire »Â dice il giovane innamorato di Veronika detestato dalla madre di lei per le sue origini, e ha ragione. Veronika, secondo Virgilio «rappresenta per noi la speranza e la fiducia di un cambiamento in meglio nel futuro. Ci vuole molto coraggio ma è possibile ». La bugia Bianca è un film emozionante, nato per non scordare fatti incresciosi successi pochi decenni fa, aiutando dar voce a tutte quelle persone toccate da una guerra insensata.

Rudy Ciligot

Nessun Articolo da visualizzare