SPECIALE: DA CANTET A JAMES BOND, L’AVANA NEL CINEMA

Cuba è da sempre meta di grande cinema e il raffinato autore francese Laurent Cantet torna sull’isola con Ritorno a L’Avana, due anni dopo 7 Days in Havana, per raccontare la storia di cinque amici di mezza età che si ritrovano dopo tanto tempo su una terrazza con vista su L’Avana e rivivono insieme il loro passato fatto di sacrifici, speranze e sogni infranti. Ritorno a L’Avana-Retour à Ithaque, presentato alle Giornate degli Autori del 71esimo Festival del Cinema di Venezia, esce nelle nostre sale il 30 ottobre distribuito da Lucky Red. Sono tanti i film ambientati, in tutto o in parte, nella splendida capitale cubana che ha dato, tra gli altri, i natali anche al grande Tomas Milian entrato nel mito con il suo Er Monnezza. Ecco i titoli migliori per un indimeticabile viaggio cinematografico all’Avana.

Topaz (1969)
L’Avana raccontata dal grande maestro Alfred Hitchcock nel suo film più costoso e sfortunato.

Il Padrino-Parte II( 1974)
Il boss Michael Corleone (Al Pacino) vola a L’Avana deciso ad estendere il proprio impero criminale. E, intanto, l’isola sta per passare dalle mani di Batista a quelle di Castro.

cuba
Cuba. Con Sean Connery

Cuba (1979)
Il disfacimento del regime Batista raccontato attraverso gli occhi del solito impeccabile Sean Connery nei panni di un maggiore inglese, ingaggiato per reprimere la rivolta castrista, che per amore della vecchia fiamma Alexandra (Brooke Adams) finirà col passare dalla parte dei rivoluzionari.

Octopsussy-Operazione piovra (1983)
Nel prologo del tredicesimo episodio, l’amato agente segreto James Bond (Roger Moore), in missione a Cuba, sfugge alle truppe castriste a bordo del suo mini-jet Acrostar nella sequenza più adrenalinica del film.

Havana
Havana

Havana (1990)
All’Avana si consuma la storia d’amore tra il giocatore d’azzardo americano Jack (Robert Redford) e la bella Roberta (Lena Olin). Sullo sfondo la rivoluzione di Fidel.

Fragola e cioccolato (1993)
Tomás Gutiérrez Alea, il più importante regista cubano, affronta, insieme a Juan Carlos Tabío, il difficile tema dell’omosessualità nella Cuba degli anni ’70 e lo fa attraverso l’amicizia tra un musicista gay e un militante castrista.

Dirty Dancing 2-Havana Nights (2004)
Ritmo, danza e passione nella rivisitazione di Dirty Dancing-Balli proibiti, il cult degli anni ‘80. Nell’Avana in rivolta di fine anni ’50, il ballo avvicinerà la fredda ragazza americana (Romola Garai) al “caliente” barista locale (Diego Luna).

La sottile linea della verità (2007)
Una serie di attentati funestano la capitale cubana nel ’97. Angelo Rizzo li ricostruisce nel suo film-inchiesta che vede, tra gli interpreti, anche Fidel Castro.

Che-L’argentino (2008)
Il medico argentino Ernesto Guevara (Benicio Del Toro) si unisce ai rivoltosi guidati da Fidel Castro e marcia su L’Avana per rovesciare la dittatura di Fulgencio Batista. Steven Soderbergh racconta, in un’opera divisa in due parti, la vita e le gesta del Che, il rivoluzionario più famoso di tutti i tempi.

Faccio un salto all'Havana
Faccio un salto all’Havana
Josh Hutcherson
7 Days in Havana. Josh Hutcherson

Faccio un salto all’Havana (2011)
Fedele (Enrico Brignano) scopre che suo fratello (Francesco Pannofino), scomparso da sei anni, non è morto e che fa la bella vita a L’Avana. Lo raggiungerà in un viaggio alla scoperta dei miti e degli stereotipi della capitale cubana.

7 Days in Havana (2012)
La capitale dell’isola diventa il set di un’opera collettiva che ha coinvolto ben 7 registi (tra cui Benicio Del Toro). 7 storie di vita quotidiana distribuite nell’arco di una settimana a L’Avana.

Daniele Pugliese