Box office: Red Sparrow vince il weekend delle elezioni

Distratti dalle elezioni politiche gli italiani sono andati meno al cinema. Il primo week end di marzo ha fatto registrare un decremento di presenze rispetto alle ultime settimane e l’incasso complessivo è sceso sotto la soglia dei 10 milioni di euro, fermandosi a 9,6 milioni.

Nonostante ciò, si segnala il buon esordio di Red Sparrow, che, lanciato su 365 schermi, ha totalizzato quasi 1,2 milioni di euro con la migliore media copia del fine settimana. Alle spalle del thriller americano si sono piazzate due produzioni nazionali: A casa tutti bene e Puoi baciare lo sposo. Il film di Muccino ha sfiorato il milione di euro e, alla terza settimana di programmazione, è arrivato a quasi 8 milioni, avvicinandosi al film italiano di maggior incasso della stagione che è sempre Come un gatto in tangenziale.

Puoi baciare lo sposo, uscito con 369 copie, dopo una prima giornata di esito modesto, era solo quinto in classifica, è risalito fra sabato e domenica ed ha chiuso il primo week end rastrellando 952 mila euro. Più indietro le altre novità con Lady Bird, all’ottavo posto della classifica settimanale, ma baciato da una buona partenza: 557 mila euro con sole 181 copie rappresentano un successo, mentre decisamente male Due gran figli di… 295 mila euro con lo stesso numero di copie di Lady Bird e 247 mila per Quello che non so di lei nonostante 214 schermi occupati.

Quanto ai film già in programmazione, inferiore alle attese e soprattutto agli esiti ottenuti nel resto del mondo il risultato di Black Panther, arrivato a 6 milioni di euro, mentre ottimi andamenti fanno registrare Il filo nascosto che nel fine settimana ha totalizzato 925 mila euro e La forma dell’acqua che ne rastrellati 800 mila e che gli Oscar potrebbero ora ulteriormente rilanciare.

Nessun Articolo da visualizzare