Box Office Usa: “Pirati dei Caraibi” campioni del Memorial Weekend

L’estate non è ancora cominciata, ma il botteghino a stelle e strisce è già caldissimo. Il Memorial Weekend si è concluso con la netta vittoria di Pirati dei Caraibi-La vendetta di Salazar (77 milioni di $ spalmati in 4 giorni di distribuzione). Il quinto capitolo del franchise Disney non ha certamente avuto la partenza a razzo dei precedenti episodi (solo La Maledizione della Prima Luna aveva fatto peggio con 46 milioni di $ in tre giorni) ma i 285 milioni incassati worldwide dimostrano che la serie gode ancora di ottima salute.

Tiene benissimo in seconda posizione Guardiani della Galassia Vol.2 che, dopo 4 settimane di distribuzione, perde solo il 27.4 % degli incassi e porta a casa altri 25.1 milioni di $. Il cinecomic di James Gunn è a 338 milioni casalinghi e 788 in tutto il mondo (quinto maggior incasso di sempre per un film del Marvel Cinematic Universe).

Debutta in terza piazza, ma ci si aspettava di più, Baywatch con 23 milioni di $ (28 totali). Costato 69 milioni, e con un cast di attori “bankable” capitanato da Dwayne Johnson e Zac Efron, la Paramount spera ora in buoni incassi internazionali per non fare la stessa fine di CHiPs (flop con soli 25 milioni di $ incassati).

Quarto posto per Alien: Covenant che, dopo un discreto esordio, crolla del 70% (13.1 milioni di $ e quasi 60 totali). C’è poco da dire, il film di Ridley Scott non è piaciuto troppo al pubblico americano e, a questo punto, sarà impossibile bissare gli ottimi incassi fatti registrare da Prometheus nel 2012 (126 milioni solo negli Usa). Fuori dal territorio nordamericano, però, l’ottavo capitolo della saga (cross-over compresi) sui bavosi mostri alieni sembra avere ancora qualcosa da dire (161 milioni di $). Metà classifica per il romantic drama Everything, Everything (7.3 milioni e 22 complessivi). Sesta posizione per Diary of a Wimpy Kid: The Long Haul con 5.8 milioni di $ (17 gobali). Fottute!, l’action-comedy con Amy Schumer e Goldie Hawn, occupa la settima piazza con 4.8 milioni di $ (41 totali). Ottavo posto per King Arthur-Il potere della spada con 4.1 milioni di $. Il kolossal di Guy Ritchie è, almeno negli Usa, uno dei fiaschi dell’anno con appena 34 milioni di $ incassati a fronte dei 175 spesi. In tutto il mondo le cose vanno leggermente meglio (120 milioni complessivi). Nona piazza per il film d’animazione Baby Boss (2.3 milioni, 169 casalinghi e 476 internazionali). Chiude la top ten il “veterano” (in classifica da ben 11 settimane) La Bella e la Bestia con 1.9 milioni (500 totali e 1.2 miliardi di $ globali).

Nessun Articolo da visualizzare