Christian De Sica ricorda il padre Vittorio: “Era simpatico, intelligente ma anche bugiardo e sfortunato al gioco”

L'attore è stato intervistato dal Corriere della Sera per i suoi 70 anni

Christian De Sica ha da poco compiuto 70 anni e da poco è uscito il suo nuovo film “In Vacanza su Marte” in cui recita con il suo compagno di tante commedie natalizie Massimo Boldi, diretti, ancora una volta, da Neri Parenti.

In un’intervista rilasciata sul Corriere l’attore romano ha avuto modo di ricordare suo padre Vittorio e di descrivere il suo rapporto con lui:

“Il nostro rapporto era meraviglioso, lui si vantava che io facessi l’università, facevo Lettere ero anche bravo, agli esami che ho fatto ho preso tutti 30. Però facevo anche in parallelo le balere e meno male, perché se no quando lui è morto sarebbe stato un disastro; ci ha lasciato in una situazione non rosea”

Christian ha poi descritto il tipo di carattere che aveva il grande Vittorio De Sica:

“Lui era giocatore, era uomo di un’altra generazione. Simpatico, intelligente, con qualche difetto, ma amavo anche quelli: bugiardo, sfortunato al gioco. Usciva dal Casinò e mi diceva: “Hai visto Christian, ne perdevo dieci e ho recuperato, ho perso solo 3?”.

Nessun Articolo da visualizzare