È morto Claudio Sorrentino, ‘voce’ di Mel Gibson e John Travolta

Storico doppiatore e 'voce italiana' di numerosissime star del cinema americano, da John Travolta a Mel Gibson, da Bruce Willis a Mickey Rourke.

È morto a Roma, a 75 anni, Claudio Sorrentino, grandissimo doppiatore, attore e conduttore televisivo. Contagiato dal Covid, era stato ricoverato presso una clinica di Roma. Nel corso della sua lunghissima carriera aveva dato la voce a Mel Gibson, John Travolta, Bruce Willis, Russel Crowe, Mickey Rourke e Topolino.

Nato a Roma il 18 luglio del 1945, aveva iniziato fin da bambino a dare la sua voce a personaggi che sono rimasti impressi nella memoria di tutti come Ron Howard ovvero il Richie Cunningham di Happy Days. Tra gli altri attori, ricordiamo anche Jeff Bridges, Mickey Rourke, Geoffrey Rush, Gérard Depardieu, e Daniel Day-Lewis.

Attivo per molti anni in teatro, lavorò  anche per la televisione, protagonista di celebri romanzi sceneggiati, commedie, serial e programmi di intrattenimento: dalla TV per i ragazzi alla prima serata, passando per Blitz, programma della domenica della seconda rete TV, dove lavorò come responsabile delle esterne, e Tandem, programma dedicato ai giovani e alla famiglia del quale fu autore e uno dei conduttori.

Condusse anche famose inchieste giornalistiche europee sulle tematiche sociali: dal 1988 realizzò Le nuove capitali dei giovani (un’inchiesta televisiva in 12 puntate sulle condizioni dei giovani europei), una serie di speciali sulla Rivoluzione Francese, 12 puntate di Verso l’Europa, con Michele Tito, occupandosi dell’appuntamento con l’Europa 1992. Sorrentino, 76 anni, è stato presidente dell’A.D.I.R. – Associazione Doppiatori Italiani Riuniti e consigliere per il Cinema e lo Spettacolo del Ministro per i Beni e le Attività Culturali.

Nessun Articolo da visualizzare