Franceschini: “Dal 26 aprile riaprono cinema, teatri e musei”

Oggi si è tenuta la conferenza stampa del presidente del Consiglio e del ministro Speranza

Dal 26 aprile, “con qualche giorno di anticipo rispetto all’ipotesi dei primi di maggio, potranno riaprire teatri, cinema, musei e eventi all’aperto con misure di limitazione della capienza che conoscete e che abbiamo lungamente discusso con le categorie e gli esercenti“. Questo è stato l’annuncio del ministro della Cultura, Dario Franceschini, ribadendo di aver chiesto al Cts la possibilità di allargare le presenze per gli eventi all’aperto.

Come riferisce Repubblica.it il Ministro ha quindi precisato di aver chiesto al Cts “un allargamento della partecipazione per gli eventi all’aperto che spero superino le attuali 400 persone. Abbiamo bisogno tutti di un’estate con piazze e strade che compatibilmente con la sicurezza siano pieni di spettacolo, musica, danza e prosa“.

Queste invece le parole del Ministro della Salute Speranza:

Il principio che utilizzeremo in questa fase caratterizzata dalla gradualità si basa su dato: nei luoghi all’aperto riscontriamo una difficoltà significativa nella diffusione del contagio. Applicheremo questo principio nell’ambito della ristorazione e non. Auspico che il quadro epidemiologico migliorerà per programmare ulteriori aperture per le attività che non si svolgono all’aperto. Il 26 aprile è la data chiave in cui ripristiniamo le zone gialle, investendo sugli spazi aperti. Poi una road map accompagnerà le riaperture: il primo giugno alcune attività sportive, il primo luglio le attività fieristiche”

Nessun Articolo da visualizzare