Francois Ozon dirigerà “Petra Von Kant”, nuovo adattamento dell’opera di Rainer Werner Fassbinder

Dopo "Été 85", nuovo progetto per l'acclamato regista francese

Francois Ozon, uno dei più prestigiosi e prolifici registi francesi, dirigerà Isabelle Adjani e Denis Menochet (Custody) in “Petra Von Kant”, nuovo adattamento cinematografico dell’opera cult di Rainer Werner Fassbinder Die bitteren Tränen der Petra von Kant(in italiano Le lacrime amare di Petra von Kant).

Denis Menochet sarà interprete di Fassbinder, mentre la Adjani interpreterà la musa del regista tedesco. Come molti sapranno, tale dramma teatrale fu già precedentemente adattato in un film diretto dallo stesso regista e scrittore tedesco nel 1972 con protagonista Margit Carstensen nei panni della stilista narcisistica.

Ozon, tra l’altro, aveva già adattato un’altra opera teatrale di Fassbinder, “Gocce d’acqua su pietre roventi“, in un film del 2000 con protagonista Ludivine Sagnier, presentato alla Berlinale.

“Petra Von Kant” sarà prodotto dalla casa di produzione di Ozon, Foz Productions. Le riprese dovrebbero iniziare questa settimana.

L’ultimo anno è stato parecchio intenso per il regista francese: il suo “Été 85” ha fatto parte della selezione ufficiale di Cannes 2020 e ha partecipato a diversi festival, tra cui Toronto, San Sebastian e la più recente Festa del Cinema di Roma, dove si è aggiudicato anche il Premio del Pubblico BNL. Risale allo scorso anno anche “Tout s’est bien passé” dove ha diretto Sophie Marceau in uno dei primi film fatti uscire in Francia con la riapertura dei cinema durante la pandemia.

Nessun Articolo da visualizzare