I Macarons di Baby Yoda sono il dolce del Natale 2020

The Mandalorian sta diventando una serie di culto, per gli appassionati di Star Wars e non solo. Merito di Baby Yoda

Baby Yoda macarons

La seconda stagione di The Mandalorian, la serie spin off della saga di Guerre stellari, incentrata sulla figura del bounty killer interpretato da Pedro Pascal, ci sta facendo scoprire che il dolcissimo Baby Yoda è molto goloso.

Già nel secondo episodio aveva quasi fatto indigestione di uova. Nell’ultima puntata, arrivata su Disney+ il 20 novembre, usa la Forza per rubare dei macarons turchini al compagno di banco (se volete sapere cosa facesse Baby Yoda a scuola, guardate l’episodio, non vogliamo fare spoiler).

Quei deliziosi macarons sono adesso realtà.

Si possono acquistare on line sul sito di Williams Sonoma, alla modica cifra di $49 dollari per un pacco da 12, appena quattro dollari l’uno, un affare! Prezzo che sale a 60 dollari con spese di spedizione e packaging brandizzato. Williams Sonoma, famosa catena di accessori per cucina e prodotti per case non proprio proletarie descrive i macarons di Baby Yoda così:

“per un autentico sapore galattico, ogni squisito dolcetto è farcito a mano con una gustosa crema alla vaniglia”

Visto il prezzo, farcito da un cavaliere Jedi con una saccapoche laser.

In ogni caso, il sito di Williams Sonoma è raggiungibile solo dagli Stati Uniti, ma non disperate, c’è ancora speranza di poter avere i deliziosi macarons prima delle feste anche da noi, altro che panettone, pandoro, struffoli e gubana!

The Mandalorian e le polemiche su Gina Carano

Il dodicesimo capitolo della serie è stato caratterizzato da due polemiche legate a Gina Carano, che interpreta l’ex shock trooper dell’esercito della Repubblica Carasynthia Dune, detta Cara, originaria di Alderaan. L’attrice ed ex campionessa di MMA ha infatti pubblicato due tweet piuttosto controversi, il primo che alludeva a una poca trasparenza sul conteggio delle schede elettorali per il recente voto presidenziale statunitense, e il secondo, piuttosto ambiguo, sull’utilizzo delle mascherine per l’emergenza Covid.

I due tweet hanno scatenato le ire dei fan della serie, che hanno chiesto il licenziamento dell’attrice.

Gina Carano è stata però anche vittima di body shaming, apertamente insultata sui social da molti spettatori per una forma, secondo loro, non da atleta né da attrice da action movie.

Intanto il viaggio del Mandaloriano e di Baby Yoda procede, e si fa sempre più emozionante. E senza bisogno di polemiche.

Nessun Articolo da visualizzare