Io sono Babbo Natale, Marco Giallini: “Proietti come un padre per me, un privilegio lavorarci insieme”

La pellicola, preapertura della Festa del Cinema di Roma, uscirà il sala il 3 novembre

Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione del film “Io sono Babbo Natale” che uscirà il 3 novembre nelle sale. Edoardo Falcone (Se Dio vuole, Questione di karma), dirige due grandissimi attori e maestri della commedia, Gigi Proietti, nella sua ultima preziosa e straordinaria interpretazione e Marco Giallini che, visibilmente commosso, ha raccontato così il suo rapporto con il Maestro scomparso: 

É stato un grande privilegio passare molto tempo con Gigi, ringrazio la Lucky Red e Falcone. Lui era diventato come un padre per me, durante le riprese si vedeva che non stava bene, ma non credevo che stesse così male. Sul set a volte sembrava uno di vent’anni, vederlo ridere dietro le quinte è stato un onore. Quando abbiamo finito il film mi scriveva messaggi del tipo ‘Gialli’ mi mancano le nostre risate’, oppure ‘abito ancora in Via della Guarigione’. Ringrazio la produzione chi mi ha fatto diventare amico di Proietti”.

Anche regista Edoardo Falcone ha voluto ricordare l’attore scomparso parlando il loro rapporto sul set:

“Gigi aveva un grande spirito fanciullesco, era rispettoso, puntuale e disponibile. Durante le riprese amava empatizzare con le persone. L’ho conosciuto poco tempo prima di iniziare a girare quando gli ho fatto leggere il copione. Sono andato a casa sua e lui ha apprezzato subito il progetto. Al di là del mostro sacro che è, mi porto dietro l’umanità della persona”. 

Barbara Ronchi, che interpreta Laura, ha voluto ricordare la grande capacità di empatizzare con tutti di Gigi Proietti:

È stato molto bello incontrare Gigi, mi ha fatto tanto, tanto ridere, forse la persona che più mi ha fatta ridere in assoluto su un set. Aveva moltissima voglia di sapere degli altri, chiacchierava in continuazione, mi parlava anche del Globe Theatre: mi ha colpita molto la sua attenzione verso gli altri”.

SINOSSI

Ettore (Marco Giallini) è un ex galeotto dalla vita turbolenta e sgangherata. Non ha grandi prospettive se non quella di continuare la sua carriera da rapinatore. È così che si ritrova a casa di Nicola (Gigi Proietti), un simpatico signore che non possiede oggetti di valore ma ha una incredibile rivelazione da fare: “sono Babbo Natale!” Ma sarà davvero lui?

Nessun Articolo da visualizzare