Luca Guadagnino, Scarface ha ricevuto il tax credit in California

Il film sarà scritto dai fratelli e girato nei prossimi mesi in California

Luca Guadagnino

Tra i molti progetti in cantiere di Luca Guadagnino, c’è anche il remake di Scarface. Se ne era parlato molto tempo fa, e adesso è arrivata l’ufficialità. Scarface ha infatti ricevuto il benestare da parte della California Film Commission per accedere alle facilitazioni del Tax Credit statale. L’incartamento è stato presentato dalla Universal, che produrrà il film, ed è confermata la sceneggiatura firmata dai fratelli Coen. Insomma, Scarface è di fatto ufficialmente un film in produzione.

Sono 22 i progetti approvati dalla California Film Commission, equamente divisi tra operazioni ad alto budget e produzioni indipendenti. Tra i titoli troviamo il film prodotto da Netflix Here Comes the Flood, scritto da Simon Kinberg e con Jason Bateman dietro la macchina da presa. Il prossimo film, sempre che non ne giri altri sei nel mentre, di Steven Soderbergh per HBO Max, Kimi, che vede protagonista Zoe Kravitz.

Anche Eva Longoria passa alla regia con il film Flamin’ Hot, mentre Reese Witherspoon produce la trasposizione cinematografica del bestseller Ashley’s War. Da non sottovalutare la biografia di Sammy Davis Jr. diretta da Jeremy Pope, dall’esplicativo titolo Scandalous!

Scarface prevede un rimborso di Tax Credit di quasi 10 milioni di dollari, il che vuol dire che il budget del film dovrebbe attestarsi intorno ai 50 milioni. Ovviamente il film sarà girato completamente tra Los Angeles e dintorni, perché il programma statale prevede che queste produzioni generino un importante indotto che faccia così rapidamente ripartire l’industria cinematografica, gravemente in crisi a causa del Covid.

Cosa da non sottovalutare. Per poter accedere al programma, la produzione si deve completare, almeno per quanto riguarda le riprese (il Tax Credit non coinvolge i costi di post produzione), entro il 2021. Quindi aspettiamoci un gangster movie firmato da Luca Guadagnino nel 2022, mentre chissà quanto si dovrà aspettare per il sequel di Chiamami col tuo nome, visti anche i ben noti problemi che sta attraversando Armie Hammer