Mank, Gary Oldman: “È stato un ruolo più difficile di Dracula e Sid Vicious”

L'attore parla di "Mank" l'atteso film di David Fincher in arrivo il 4 dicembre su Netflix.

Parlando con USA Today, l’attore Gary Oldman ha parlato della difficoltà riscontrata in Mank, atteso film di David Fincher in arrivo il 4 dicembre su Netflix, dove lo vedremo nei panni del protagonista.

Nel film il premio Oscar Oldman interpreta lo sceneggiatore di Hollywood Herman J. Mankiewicz: nella pellicola vedremo come cercherà di superare i suoi demoni personali e professionali per riuscire a realizzare il copione di Quarto Potere, dal quale il regista Orson Welles avrebbe poi tratto uno dei più grandi capolavori della storia cinema.

Racconta così l’attore:
Mank è stato una gioia, ma è stato anche il ruolo più difficile di tutti, perfino di Sid Vicious, Beethoven, Dracula o Lee Harvey Oswald. David ha detto ‘Ti voglio assolutamente nudo come non lo sei mai stato. Non ci sono parrucche, non ci sono denti, non ci sono nasi finti. Solo tu. In questo caso stai interpretando un uomo che ha un tale disgusto di sé'”.

Nel cast di Mank troviamo anche Amanda Seyfried nei panni dell’attrice Marion Davies, Lily Collins, Tuppence Middleton, Charles Dance, Tom Pelphrey e Tom Burke nei panni di Orson Welles.