Monster, Evan Peters sarà il serial killer Jeffrey Dahmer nella miniserie di Ryan Murphy

L'attore interpreterà uno dei più famosi serial killer della storia, attivo dalla fine degli anni '70 a inizio '90

Continua il sodalizio artistico tra Evan Peters e Ryan Murphy. L’attore trentaquattrenne è stato scelto per interpretare il serial killer Jeffrey Dahmer nella nuova miniserie Monster: The Jeffrey Dahmer Story prodotta da Ryan Murphy per Netflix.

La serie, scritta da Murphy insieme al suo storico compagno di sceneggiature Ian Brennam (co-autori in numerosi progetti tra cui Ratched, Hollywood, Glee, Scream Queens e The Politician), era stata annunciata lo scorso anno, con Richard Jenkins (Six Feet Under, The Shape of the Water) subito confermato per interpretare il padre di Dahmer, Lionel. Ora il cast ha preso una forma ben precisa con le aggiunte di Peters e anche di Penelope Ann Miller (The Artist) nel ruolo della madre di Dahmer, Joyce.

Chi era Jeffrey Dahmer

Conosciuto come il Cannibale di Milwaukee o il Mostro di Milwaukee, Jeffrey Dahmer è uno dei più famosi serial killer della storia. Tra il 1978 e il 1991 uccise ben 17 persone, commettendo una serie di atroci azioni tra cui mutilazioni, cannibalismo e atti di necrofilia (era noto per tenere le ossa delle sue vittime come trofei). Catturato e messo in prigione, venne ucciso nel 1994, picchiato a morte con una barra di metallo dai suoi compagni di cella.

La serie, targata Netflix, racconterò la storia dal punto di vista delle vittime di Dahmer, evidenziando l’inefficacia della polizia locale, che permise a Dahmer di eludere la giustizia anche dopo che i vicini avevano segnalato il suo strano comportamento.

Nessun Articolo da visualizzare