Morto Nino Castelnuovo, aveva 84 anni

Nino Castelnuovo

A 84 anni si è spento ieri a Roma Francesco ‘Nino’ Castelnuovo. Colpito da glaucoma all’età di 35 anni, negli anni aveva continuato a soffrirne finendo col diventare ipovedente. Nel dare la notizia della dolorosa scomparsa, la moglie M. Cristina, il figlio Lorenzo e la sorella Marinella parlano solo di “una lunga malattia” nel comunicato diffuso pubblicamente.

“La famiglia si chiude nel dolore per la perdita del caro Nino e richiede comprensione e riservatezza in questo momento difficile”.

Nato a Lecco il 28 ottobre 1936, nel 1957 aveva iniziato ad apparire in televisione come mimo nel programma Zurlì il mago del giovedì, di Cino Tortorella. L’esordio al cinema due anni dopo in Un maledetto imbroglio di Pietro Germi lo aveva portato a partecipare a molti film dell’epoca, soprattutto di Carlo Lizzani (Il gobbo) e Luchino Visconti (Rocco e i suoi fratelli), fino a Il paziente inglese di Anthony Minghella nel 1996. Ma era stato con il ruolo di Renzo nella versione de I promessi sposi del 1967 per Rai 1, e poi il famoso salto della staccionata nello spot dell’Olio Cuore che lo avevano portato ancora di più nelle case di tutti gli italiani rendendolo uno dei volti più popolari e amati della nostra televisione.

Della terribile malattia, che gli avrebbe provocato un danno cronico e progressivo, lo stesso Nino parlava così al Corriere della Sera: “È una malattia vigliacca che si insinua lentamente e ti sconvolge l’esistenza, e subdola perché mi rende dipendente per molte cose dagli altri. Ho capito con il tempo che non bisogna contrastarla o far finta che non ci sia. Devi accettarla e conviverci, altrimenti non ne esci”.

I funerali si terranno a Roma in forma strettamente privata

Nessun Articolo da visualizzare