Villerupt, il Festival del Cinema Italiano in Francia compie 40 anni

Il Festival del Cinema Italiano di Villerupt, la più completa rassegna annuale di cinema italiano all’estero, compie 40 anni e li festeggia con un’edizione ricchissima di film e di ospiti: 60 titoli in programma, dal 27 ottobre al 12 novembre, alla presenza della presidente della giuria Cristina Comencini (che accompagnerà anche un omaggio al cinema del padre, Luigi Comencini) e di Marco Tullio Giordana, protagonista della retrospettiva.

“L’Italie qui gagne”, “L’Italia che vince”, è il tema speciale scelto quest’anno dal festival che porta il grande cinema italiano nella cittadina di Villerupt, in Francia, con una specialissima scelta di titoli nostrani premiati nei festival più importanti nell’arco degli ultimi 40 anni, da Padre padrone dei Fratelli Taviani, Palma d’oro a Cannes 1977, per arrivare a Fuocoammare con l’Orso d’oro di Berlino 2016. In mezzo scorrono  altri 11 titoli come L’albero degli zoccoliCiao Maschio,Nuovo Cinema ParadisoMediterraneo,Il ladro di bambini, il Postino, La vita è bella, La stanza del figlio, Reality, La grande bellezza, Le meraviglie.

Due soldati

“Riproporre questi film sul grande schermo in occasione della nostra 40ma edizione ci è parso il modo migliore per celebrare la qualità del cinema che noi difendiamo ed evocare in questo modo le 39 che l’hanno preceduta”, dichiarano i direttori Antoine Compagnone e Oreste Sacchelli.

La rassegna si apre Venerdi 27 con Piuma di Roan Johson e  si chiude il 12 novembre con il nuovo film dei Fratelli Taviani Una questione privata. A Marco Tullio Giordana verrà dedicato un omaggio in sei titoli, da I cento passi fino al più recente Due soldati presentato allo scorso festival di Locarno, più la  mostra fotografica Il cinema di Marco Tullio Giordana nelle foto di Angelo R. Turetta.

Nessun Articolo da visualizzare