Zodiac: uno dei messaggi del serial killer è stato decifrato dopo 51 anni

L’assassino seriale, che non fu mai catturato, era solito mandare lettere cifrate ai media e alla polizia nelle quali rivendicava gli omicidi commessi.

Zodiac non fu certo il più letale dei serial killer che hanno insanguinato gli Stati Uniti ma il mistero sulla sua identità ha reso il caso uno dei più appassionanti della moderna storia criminale, una leggenda nera paragonabile a quella di Jack lo squartatore per impatto sull’immaginario collettivo, come testimoniano i tanti libri e film di successo a lui dedicati, dal primo capitolo della saga dell’Ispettore Callaghan alla pellicola girata da David Fincher nel 2007.

L’assassino seriale, che non fu mai catturato, era solito mandare lettere cifrate ai media e alla polizia nelle quali rivendicava gli omicidi commessi, ma solo una di queste era stata decifrata. Gli altri codici sono rimasti sconosciuti fino a oggi. Dopo oltre mezzo secolo di tentativi, l’FBI ha confermato che una squadra di decodificatori dilettanti – formata dall’informatico americano David Oranchak, il matematico australiano Sam Blake e il responsabile di magazzino e ingegnere informatico belga Jarl Van Eycke – è riuscita a decifrare un messaggio cifrato di 340 caratteri inviato al San Francisco Chronicle nel novembre 1969 dal cosiddetto “Zodiac”.

I tre hanno spiegato di aver utilizzato un apposito software per provare circa 650mila direzioni di lettura dei suoi simboli. Alla fine – dopo mesi di ipotesi e dopo aver capito a quali lettere corrispondessero i vari simboli – i tre sono riusciti a dare un senso attraverso un allineamento in diagonale, in cui però capita che certe colonne si spostino da una riga all’altra. Secondo quanto spiegato da Oranchak, è un tipo di schema che era già stato usato almeno una volta in un crittogramma degli anni Cinquanta dell’esercito statunitense.

Tutto il resto è stato spiegato nel dettaglio nel loro canale YouTube, vi lasciamo qui un episodio:

La sezione di San Francisco dell’FBI ha scritto di essere stata informata del fatto che il messaggio fosse stato decifrato da “privati cittadini”, ha precisato che il caso relativo a Zodiac rimane aperto e che però – anche per rispetto nei confronti delle persone uccise e delle loro famiglie – non fornirà al momento nuovi commenti sulla vicenda.